Monreale, un canile nell’immobile confiscato alla mafia: oggi il sopralluogo

Redazione

Cronaca - Il progetto

Monreale, un canile nell’immobile confiscato alla mafia: oggi il sopralluogo
Il sopralluogo all’interno di un immobile in contrada Cerasa

Monreale, un canile nell’immobile confiscato alla mafia: oggi il sopralluogo

27 Novembre 2020 - 14:21

Si è tenuto questa mattina su iniziativa del deputato regionale di Forza Italia e componente della Commissione speciale di inchiesta sul fenomeno del randagismo in Sicilia all’Ars, Mario Caputo, d’intesa con il Sindaco Alberto Arcidiacono, il sopralluogo all’interno di un immobile in contrada Cerasa, per realizzare un canile comprensoriale a servizio dei Comuni di Monreale, San Giuseppe Jato, San Cipirello, Santa Cristina Gela e Piana degli Albanesi .

Al sopralluogo erano presenti il Consigliere comunale di Monreale Mimmo Vittorino, il consulente della Commissione Speciale dell’Ars, Giovanni Giacobbe, il presidente della Confederazione regionale associazioni animaliste ( Caa Scilia ), Salvatore Libero Barone e Stefano Manlio Sillitti, esperto in materia ambientale. La scelta è caduta su un immobile , in passato utilizzato come porcilaia ricadente in contrada Cerasa e confiscato a Leoluca Guccione. L’immobile è stato trasferito al patrimonio del Comune di Monreale.

“Si tratta di una struttura – dichiarano Caputo e Vittorino, entrambi di Forza Italia – che i tecnici presenti hanno ritenuto essere idonea ad ospitare in totale sicurezza gli animali . É posizionata, infatti , in una area distante dai centri abitati, ma dotata di un ottimo sistema di viabilità e baricentrica in relazione al comprensorio di alcuni comuni della area dello Jato”.

“A questo punto – chiosa il Parlamentare – serve un’interlocuzione di carattere amministrativo con il Comune di Monreale per la predisposizione del progetto che potrebbe essere finanziato dal Governo regionale, stante l’allarmante diffusione del randagismo e la mancanza di strutture idonee all’interno di un vastissimo comprensorio. Nei prossimi giorni sottoporrò il risultato del sopralluogo ai componenti la Commissione speciale per il fenomeno del randagismo. Intanto il Consigliere comunale Mimmo Vittorino, unitamente al consigliere Silvio Terzo ha anticipato la presentazione di un ordine del giorno al presidente del Consiglio monrealese Marco Intravaia, per impegnare l’intero consiglio comunale a sostenere questo importante progetto che risolverebbe in maniera definitiva il fenomeno dell’abbandono degli animali“.

“Ringrazio il Sindaco di Monreale – conclude Caputo – che ha dato direttive agli uffici tecnici, alla Protezione civile e al Comando della Polizia municipale di assicurare ogni forma di assistenza necessaria per realizzare l’importante progetto. Intanto l’ingegnere Sillitti ha anticipato la disponibilità a predisporre il progetto”.

Altre notizie su monrealepress

Un commento a “Monreale, un canile nell’immobile confiscato alla mafia: oggi il sopralluogo”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it