Auto, la scuderia monrealese Festina lente “alla grande” tra Cefalù ed Erice

Redazione

Sport - Corse

Auto, la scuderia monrealese Festina lente “alla grande” tra Cefalù ed Erice
E’ stato un fine settimana arrembante e di grande impegno per la scuderia presieduta da Rosario Lo Cicero Madè.

Auto, la scuderia monrealese Festina lente “alla grande” tra Cefalù ed Erice

03 Giugno 2019 - 18:21

E’ stato un fine settimana arrembante e di grande impegno per l’Associazione Culturale Festina lente presieduta da Rosario Lo Cicero Madè. “Una festa della Repubblica molto particolare per noi – dice il Presidente Lo Cicero Madè – in quattro con Rocco Aiuto, Ignazio Amato, Giovanni Filippone e io stesso, siamo stati impegnati nella Crono del Santuario, gara valida per il Trofeo Italiano Velocità Montagna, che si è tenuta sul mitico tracciato della Cefalù – Gibilmanna, un tempo valido per il Campionato Europeo della Montagna e devo dire che non ci è andata malaccio”.

“Certo – prosegue Rosario – resta la delusione per la toccata rimediata dalla Osella PA 20 S di Rocco Aiuto che filava spedita, sino alle seconda manche di gara, verso un secondo posto assoluto e quindi abbiamo dovuto, si fa per dire, accontentarci della vittoria, tra le storiche, di Giovanni Filippone che si è aggiudicato la sua classe al volante della Porsche 911 S 2.0 e poi della splendida prestazione di Ignazio Amato, assistito da Liborio Ciacio, il quale ha piazzato la sua Renaut Clio Cup al 18° posto assoluto della classifica e vinto la classe RS Plus 2.0 ed il Gruppo Racing Start. Anche io, nel mio piccolo sono soddisfatto della mia prestazione che mi ha visto vincere, con la Peugeot 106 RS 1.4 la mia classe e piazzarmi al 3° posto del Gruppo Racing Srart, alla spalle di due RS 2.0″.

Anche dallo Slalom dell’Agro Ericino, valido per il Campionato Italiano, sono giunte buone notizie per la AC Festina lente che ha vissuto un pomeriggio di gloria, grazie alle vittorie in classe di Vincenzo Coraci, di Graziano Calandrino e di Agostino Bonsignore e poi il terzo posto in classe di Vincenzo Cammarata, Paolo Iones, Mario De Simone e Maurizio Marino, il quarto posto di Sebastiano Di Gregorio ed infine il nono posto del gentleman Giuseppe Russo.
“Attenderemo ed incroceremo le dita per Rocco Aiuto, nelle speranza che riesca a rimettere a posto la sua Osella e poi, nel fine settimana che va dal 21 al 23 giugno, ci sposteremo a Giarre, in provincia di Catania – conclude Lo Cicero Madè – per un nuovo appuntamento del Trofeo Italiano Velocità Montagna che si terrà sul percorso che da Giarre, appunto, passando per la frazione catanese di Miscarello, giunge sino a Milo”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it