Si fingono bagnanti e scoprono B&B abusivo: scattano sequestro e denuncia

Redazione

Regione - A Carini

Si fingono bagnanti e scoprono B&B abusivo: scattano sequestro e denuncia
Avevano anche occupato abusivamente la spiaggia nel tratto antistante l'ex hotel Porto Rais

Si fingono bagnanti e scoprono B&B abusivo: scattano sequestro e denuncia

05 Agosto 2020 - 17:16

Avevano occupato abusivamente la spiaggia nel tratto antistante l’ex hotel Porto Rais. Nell’ambito dei controlli del territorio per la repressione dell’abusivismo commerciale, i finanzieri di Carini, unitamente alla Polizia Municipale e ai militari della Guardia Costiera di Terrasini hanno proceduto al sequestro amministrativo del complesso alberghiero “Porto Rais“.

A seguito di diverse segnalazioni pervenute agli organi di polizia circa un presunto esercizio abusivo di attività di B&B, le Fiamme Gialle in sinergia con il personale del Comando Polizia Municipale, hanno avviato una mirata attività di acquisizione di notizie mediante la consultazione di fonti aperte rilevando l’esercizio dell’attività alberghiera sotto la denominazione “Le stanze sul mare”, con le diverse recensioni rilasciate dagli ospiti. Contestualmente, con l’ausilio della Guardia di Costiera, si è proceduto all’esecuzione di specifici sopralluoghi nell’area prospiciente il complesso alberghiero, dove veniva rilevato che la spiaggetta era stata attrezzata ad uso esclusivo degli avventori del B&B, impedendo di fatto la pubblica fruizione dell’area demaniale, senza il possesso di alcuna concessione o autorizzazione.

La posizione fiscale dell’operatore turistico, risultato di fatto un “evasore totale”, sarà oggetto di approfondimento da parte dei militari della Guardia di Finanza. Per questi fatti, l’attività economica di affittacamere, esercitata in totale assenza delle prescritte autorizzazioni rilasciate dallo Sportello Unico delle Attività Produttive del Comune di Carini, è stata sottoposta a sequestro amministrativo, mentre la porzione di spiaggia ricadente nell’area demaniale e occupata abusivamente è stata sequestrata penalmente. Il responsabile della struttura vacanziera abusiva è stato deferito a piede libero all’Autorità Giudiziari.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it