La maggioranza perde pezzi: all’opposizione la commissione Statuto e Regolamenti

Redazione

Regione

La maggioranza perde pezzi: all’opposizione la commissione Statuto e Regolamenti
Valentina Matranga, consigliere di opposizione, nuovo presidente

La maggioranza perde pezzi: all’opposizione la commissione Statuto e Regolamenti

21 Marzo 2019 - 17:57

La Commissione Statuto e Regolamenti del Comune di Piana degli Albanesi non si riuniva da diversi mesi e non era mai stata convocata dalle dimissioni del presidente Emanuela Bastone (consigliere comunale di maggioranza), protocollate a gennaio 2019. Ora finalmente si trona al completo con la nomina del nuovo presidente, Valentina Matranga, consigliere comunale di opposizione. La Matranga ha ottenuto l’elezione all’unanimità. Un segnale che il sindaco di Piana Rosario Petta, dovrà tenere in considerazione.

Alla maggioranza, rimangono solo le presidenze della commissione Bilancio e quella dell’Urbanistica. “Dopo due anni di immobilismo, l’opposizione con grande senso di responsabilità prende la guida della commissione e si impegna da subito in tre direzioni – dice il Capogruppo di opposizione Davide Lo Greco – Intanto la realizzazione del nuovo regolamento di diretta streaming dei Consigli Comunali, tanto pubblicizzato dal sindaco in campagna elettorale ma mai realizzato. Poi lavoreremo sul regolamento per istituire la consulta delle associazioni; poi cercheremo di portare nel più breve tempo possibile in Consiglio Comunale il nuovo Statuto”.

Sulla vicenda è intervenuto anche Alberto Petta, presidente del consiglio comunale di Piana: “Da tempo auspicavo un cambio di passo all’interno di questa cruciale Commissione Consiliare. Dopo mesi e mesi di immobilismo sono certo che adesso il ritmo dei lavori di commissione sarà più dinamico e fattivo – dice Petta – Ma non posso che registrare il dato politico di questa operazione. Affidare all’opposizione la Commissione Statuto e Regolamenti rappresenta un ulteriore elemento di disgregazione della ex maggioranza. E’ innegabile il lento ma inesorabile procedere del fallimento del progetto politico denominato “Piana Riparte”. Siamo quasi al secondo giro di boa e ancora nessun punto del programma è stato realizzato. Da due mesi i dipendenti del Comune non percepiscono stipendio, la condizione economico-finanziaria dell’Ente è notevolmente peggiorata, su tutti i settori si naviga a vista senza programmazione. Perfino gli studenti si sono dovuti sollevare in protesta per vedere riconosciuti i propri diritti. Il tasso di gradimento di quest’Amministrazione non è mai stato così basso in paese, quella che era già una minoranza non si riconosce più in questo sindaco e nella sua amministrazione”.

“È chiaro – aggiunge Petta – che la strategia dell’autosufficienza politica e della piena continuità con la passata amministrazione non ha pagato. È ora di trarre le dovute conclusioni, ammettere che chi guida questa Amministrazione non è adeguato al ruolo affidatogli dalla cittadinanza alle ultime elezioni. Auspico una presa di posizione generale che porti ad archiviare al più presto questa esperienza che sta bloccando e tiene in ostaggio le speranze e le opportunità dei cittadini di Piana”.

(Nella foto, Valentina Matranga e Alberto Petta)

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it