Focolaio Covid al Pagliarelli: rinviati interrogatori di Pampa e Vicari

Redazione

Palermo - L'inchiesta

Focolaio Covid al Pagliarelli: rinviati interrogatori di Pampa e Vicari
Nel penitenziario intitolato all'agente Antonino Lorusso, sono attualmente 49 i contagiati

Focolaio Covid al Pagliarelli: rinviati interrogatori di Pampa e Vicari

18 Gennaio 2021 - 14:18

Sono stati rinviati a data da destinarsi, per “impedimento assoluto” dovuto al focolaio di coronavirus nel carcere di Pagliarelli, gli interrogatori di Francesco Pampa e Massimiliano Vicari, i due manager titolari di un’agenzia di modelle, molte delle quali minorenni, indotte a prostituirsi con clienti facoltosi. La decisione è stata adottata dal Gip del tribunale di Palermo Fabio Pilato, per evitare possibili ulteriori diffusioni del virus.

Nel penitenziario intitolato all’agente Antonino Lorusso, sono attualmente 49 i contagiati, scoperti dopo che un primo cluster aveva indotto a sottoporre a tamponi l’intera popolazione carceraria, composta da circa 1.300 detenuti. Pampa e Vicari rispondono di induzione, sfruttamento e favoreggiamento della prostituzione, fatti commessi anche ai danni di ragazzine di età inferiore ai 18 anni. Il giudice Pilato ha cinque giorni di tempo per l’interrogatorio, dopo l’arresto, ma il termine viene sospeso dall’impedimento assoluto e riprenderà a decorrere dopo che gli sarà stata comunicata la cessazione della causa, cioè il venir meno dell’infezione e il ripristino delle condizioni di sicurezza in carcere.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it