Sp5 Bis, strada aperta per i residenti di Altofonte, non per quelli di Piana

Redazione

Regione - Il provvedimento

Sp5 Bis, strada aperta per i residenti di Altofonte, non per quelli di Piana
La provinciale che collega i due Comuni è stata chiusa qualche giorno fa per la caduta massi che ha causato anche un incidente

Sp5 Bis, strada aperta per i residenti di Altofonte, non per quelli di Piana

17 Dicembre 2020 - 16:09

É stato il sindaco di Altofonte Angela De Luca a chiedere con insistenza alla Città Metropolitana una apposita ordinanza per permettere il transito dei residenti parchitani sulla Sp 5.
Facciamo ordine: la strada provinciale 5 Bis che collega Piana degli Albanesi con Altofonte è stata chiusa qualche giorno fa per la caduta massi che ha causato anche un incidente. Dopo la nostra segnalazione del transito dei veicoli che non si accorgevano dei cartelli messi in posizione poco visibile, la Città Metropolitana aveva transennato il tratto di strada interessato dal pericolo di caduta massi.

A quel punto, però, il primo cittadino di Altofonte ha richiesto, con un’apposita ordinanza, l’autorizzazione a far transitare da lì quantomeno i residenti e i frontisti. Ordinanza che è stata prontamente emessa. Ma che non vale per i cittadini di Piana degli Albanesi che devono ancora utilizzare i percorsi alternativi. Ora lo stesso sindaco auspica l’intervento della Città Metropolitana per ripristinare regolarmente il collegamento.

La richiesta del sindaco De Luca è stata fatta per “mitigare i disagi dei residenti di contrada Rebuttone”. Con la nuova ordinanza il traffico veicolare resta vietato, come detto, ad eccezione dei frontisti. Questo in considerazione del fatto che è stato verificato che non ci sono altre vie alternative che collegano la contrada ed il paese. Già ieri il sindaco aveva effettuato un sopralluogo informale con il Cnas per effettuare dei controlli sulla Moarda inerenti gli interventi post-incendio. “Da una prima valutazione – dice il sindaco – è emerso che il rotolamento dei massi in questione nulla ha a che vedere con l’incendio che ha colpito la montagna tra il 29 e 30 agosto, ma il distacco è fisiologico. L’amministrazione si augura che al più presto la città metropolitana possa intervenire per ripristinare la viabilità in una strada di cosi primaria importanza per Altofonte e Piana degli Albanesi”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it