Sherbeth Festival diventa “Experience”: il festival del gelato si sposta sul web

Redazione

Eventi - Prima edizione del Digital Gelato Summit

Sherbeth Festival diventa “Experience”: il festival del gelato si sposta sul web
Spazio alla prima edizione del Digital Gelato Summit: massimi esperti a confronto

Sherbeth Festival diventa “Experience”: il festival del gelato si sposta sul web

23 Giugno 2020 - 18:22

Le restrizioni imposte dall’emergenza Covid-19 non trovano impreparato l’evento sul gelato artigianale, aperto al pubblico, più importante al mondo, così Sherbeth Festival non si ferma e, per l’edizione 2020 cambia pelle. Un vero e proprio upgrade che trasformerà l’evento, per un periodo estivo di 60 giorni, nel portale delle eccellenze del gelato artigianale all’interno del quale saranno presenti i migliori maestri gelatieri nel panorama internazionale. Dal 24 al 27 settembre, in collaborazione con TuttoGelato e Pasticceria Interazionale di Chiriotti Editori, anche quest’anno media partner della manifestazione (se il festival non potrà svolgersi nelle forme consuete), verrà organizzato un programma di appuntamenti per celebrare le 4 giornate del gelato artigianale.

Un luogo, seppur virtuale, dove l’utente potrà conoscere i migliori maestri gelatieri del mondo. Il sito internet della manifestazione www.sherbethfestival.it diventerà quindi la vetrina virtuale dove tutti gli amanti del gelato artigianale potranno entrare in contatto con le migliori gelateria artigianali. Un esperimento senza precedenti nato con l’obiettivo di avvicinare l’utenza al magico mondo del gelato artigianale e di fare crescere la community degli Sherbeth addicted che già, solo tramite i social ufficiali del Festival, riesce a raggiungere ogni anno più di 1 milione di appassionati.

Oltre ad essere l’unica soluzione possibile in questo momento, si tratta di una modalità efficace, perché, così facendo Sherbeth, continuerà a fare, anche quest’anno, ciò che ha sempre fatto: promuovere il gelato artigianale e offrire la giusta vetrina all’arte dei maestri gelatieri. “Quest’anno lo faremo direttamente a casa loro, nelle migliori gelatiere artigianali disseminante in tutto il mondo – affermano Antonio Cappadonia e Giovanna Musumeci, direttori tecnici del Festival – Sherbeth è soprattutto una famiglia e, in quanto tale, è consapevole del momento di difficoltà che sta attraversando il nostro comparto, per cui non potevamo tiraci indietro. Siamo convinti che sarà per tutti i partecipanti un importante ritorno d’immagine. Del resto l’intelligenza e la creatività stanno proprio nella capacità di adattarsi”.

Come funzionerà questa edizione smart?

Durante i 60 giorni di durata dell’iniziativa, che verranno svelati prossimamente, chi, attraverso il portale www.sherbethfestival.it, acquisterà al costo di 5 euro la Card Sherbeth (quest’anno sarà un ticket dematerializzato) potrà recarsi in una delle 50 gelaterie che verranno selezionate dal Comitato tecnico di valutazione, per provare il percorso sensoriale composto da 3 gusti Sherbeth.

Rigidissimo, come sempre, il protocollo di produzione del dei gelato che possono fregiarsi del marchio “Sherbeth”, si richiede infatti che le materie prime siano tutte naturali e di ottima qualità, preferibilmente a marchio Dop, Doc, Igp, Igt, o presidi Slow Food. Non sono ammessi nel processo di produzione del gelato: grassi vegetali idrogenati, liofilizzati, coloranti artificiali, aromi artificiali e prodotti OGM. È fatto divieto alle gelatiere di esibire, durante i 60 giorni della campagna, sul proprio spazio espositivo oggettistica, dosatori, bottiglie, scatole, contenitori, vassoi, accessori e quant’altro recante scritte e loghi (simboli) di aziende di prodotti/semilavorati/bibite industriali.

Con la consapevolezza che a oggi è ancora vietato l’assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico e nella speranza che le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura in luogo pubblico o aperto al pubblico, si possano svolgere ove ritenuto possibile sulla base dell’andamento dei dati epidemiologici sull’emergenza coronavirus, la selezione, in un’ottica di ripresa delle manifestazioni, darà diritto ai selezionati di partecipare alla XII edizione della Manifestazione Sherbeth preventivata dal 24 al 27 settembre 2020 nella città di Catania.

Negli stessi giorni si terrà la prima attesissima edizione del Digital Gelato Summit al quale parteciperanno i più grandi esperti per fare il punto sul gelato artigianale di tradizione italiana. Un settore in continua espansione, il cui volume di affari, prima della crisi determinata dal coronavirus, si aggirava intorno ai 3 miliardi di euro all’anno. Il Digital Gelato Sammit sarà l’occasione per fotografare il presente e preparare il futuro del gelato artigianale che, tanto quanto la pasta e la pizza, rappresenta nel mondo un tratto distintivo dell’eccellenza enogastronomica italiana. Aziende, istituzioni, economisti, comunicatori, tutti intorno ad un tavolo virtuale per formare ed informare ma anche per condividere un percorso comune capace di rafforzare ulteriormente il “brand” del gelato artigianale e la figura del “maestro gelatiere”.

Concorso Procopio de’ Coltelli – L’evento cult del gelato artigianale

Se le restrizioni dell’emergenza Covid-19 non consentiranno la realizzazione della XII edizione della manifestazione nel modo consueto, ogni concorrente selezionato per la campagna promozionale avrà in ogni caso la possibilità di presentare la propria creazione gelata al Concorso per il Premio Internazionale del Gelato Artigianale “Procopio de’ Coltelli”, istituito in memoria del maestro dell’arte dolciaria di origine siciliana a cui si deve la diffusione del gelato artigianale in Europa e nel mondo intero. I gusti dovranno essere prodotti rispettando il disciplinare di produzione Sherbeth. L’organizzazione comunicherà per tempo le modalità di presentazione del gusto ammesso al concorso, in modo tale da assegnare anche per l’anno 2020 il premio che ormai è considerato la “coppa del mondo” del gelato artigianale di tradizione italiana

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it