Bloccato e legato, furto in casa ad Altofonte: indagano i carabinieri

Redazione

Regione - Il caso

Bloccato e legato, furto in casa ad Altofonte: indagano i carabinieri
Nella zona di Piano Maglio un anziano di 78 anni è stato affrontato da due malviventi a volto scoperto

Bloccato e legato, furto in casa ad Altofonte: indagano i carabinieri

24 Gennaio 2020 - 10:07

I furti nei garage prima, ora quelli in appartamento. Nella zona di Piano Maglio un anziano di 78 anni è stato affrontato da due malviventi a volto scoperto che lo hanno prima bloccato a terra e poi legato ad una sedia portando via, dalle prime indiscrezioni, soltanto delle posate in argento di scarso valore. L’uomo, come riferiscono i carabinieri, si è recato al pronto soccorso di sua spontanea volontà, ma i medici non hanno riscontrato gravi ferite. Ci sarebbe un altro episodio di un furto in appartamento nella zona di via Vittorio Emanuele. Ma su quest’ultimo non c’è una conferma ufficiale da parte dei militari di Monreale.

La quiete di Altofonte, insomma, nell’ultimo periodo è un po’ scossa. Prima i furti nei garage in via Belgio, ora il furto in appartamento. “Si tratta di un caso isolato e che non deve far allarmare la popolazione – sottolinea il capitano Andrea Quattrocchi, comandante della compagnia dei Carabinieri di Monreale – Se analizziamo i numeri, i furti in appartamento nella zona di Altofonte sono in diminuzione. Riteniamo, dunque, che si tratti di un caso sporadico”.

Ma la tempistisca degli episodi criminali, quelli dei furti in garage e quello del furto in appartamento, ha fatto sì che i carabinieri di Monreale rafforzassero la loro presenza sul territorio con un servizio di controllo straordinario del territorio che si protrarrà per vari giorni. “Diamo una immediata risposta ai cittadini – dice Quattrocchi – Con questo servizio cercheremo di essere ancora più presenti sul territorio di Altofonte”.

Altre notizie su monrealepress

Un commento a “Bloccato e legato, furto in casa ad Altofonte: indagano i carabinieri”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it