“Arcipelago Sanità”: il reportage fotografico che racconta la vita “in corsia”

Redazione

Eventi - Palermo

“Arcipelago Sanità”: il reportage fotografico che racconta la vita “in corsia”
Il recente lavoro del fotografo siciliano Francesco Enia sarà protagonista del nuovo appuntamento della Scuola Stabile di Fotografia

“Arcipelago Sanità”: il reportage fotografico che racconta la vita “in corsia”

23 Novembre 2019 - 14:10

“Arcipelago sanità”: il recente lavoro del fotografo siciliano Francesco Enia sarà protagonista del nuovo appuntamento culturale con la fotografia d’autore, organizzato dalla Scuola Stabile di Fotografia di Palermo. L’appuntamento è fissato per il prossimo lunedì 25 novembre dalle ore 17,30 alle ore 20 presso il locale Bar, a Villa Zito, a Palermo.

“Il lavoro fotografico di Enia – racconta Antonio Renier Saporito, direttore della Scuola Stabile di Fotografia di Palermo – è frutto di un lungo percorso dell’autore, è un intreccio tra la sua vita professionale, la sua passione per il reportage e la sua sensibilità sociale. La fotografia di Enia è eclettica, in parte minimalista, progettuale, ma sempre volta ad un risvolto sociale e di denuncia”.

Francesco Enia ha lavorato per quarant’anni nella Divisione di Cardiologia dell’Ospedale Cervello di Palermo, che ha diretto dal 2001 al 2013. Dal 2016 ha orientato la sua passione per la fotografia verso un progetto di narrazione per immagini del lavoro in ospedale, riuscendo a cogliere molti momenti salienti della vita, dalla nascita alla morte, con un punto di vista delicato, emotivo, ma discreto al tempo stesso. Come un occhio esterno che osserva senza giudizio e che si avvicina, con garbo e discrezione, alla vita delle persone e ai loro sentimenti. Le fotografie del progetto documentano, con la sensibilità di chi ha dedicato tutta la vita professionale alla medicina, la relazione tra medico e paziente, gli sguardi che chiedono aiuto, il lavoro estenuante del personale sanitario, la vita quotidiana nelle corsie, i momenti di preghiera dei pazienti o dei loro parenti. Un reportage che scuote l’anima e che mostra quel genere di fotografia d’autore, capace di toccare anche gli aspetti più sensibili della vita umana.

L’incontro, si inserisce nell’ambito della rassegna culturale “Incontri fotografici”, organizzata dalla Scuola Stabile di Fotografia, di cui lo stesso Francesco Enia ha fatto parte come allievo e poi come docente. E si terrà lunedì 25 novembre a Villa Zito da Bar, un luogo esclusivo in città dove condividere la passione per la fotografia, nel cuore di Palermo. La rassegna prevede un incontro al mese, davanti ad un aperitivo, per conoscere la fotografia d’autore, condividendo storie, autori, progetti, idee.

Per partecipare: l’ingresso prevede l’acquisto di un ticket di 5 euro che include una consumazione più 5 euro di quota di sostegno all’iniziativa. La partecipazione va confermata con sms al 328 2348057. Necessario mantenete in memoria l’sms di prenotazione. Varrà come priorità per i posti a sedere.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it