Capizzi è l’uomo da battere. Occhio ad Arcidiacono. Caputo e Gambino in rimonta

Redazione

Cronaca

Capizzi è l’uomo da battere. Occhio ad Arcidiacono. Caputo e Gambino in rimonta

di Redazione 
Capizzi è l’uomo da battere. Occhio ad Arcidiacono. Caputo e Gambino in rimonta

Poco più di un mese alle prossime amministrative che decideranno il nuovo sindaco di Monreale che governerà la cittadina monrealese fino al 2024. Piero Capizzi, che presenterà ufficialmente la sua candidatura il prossimo sabato alle 17,30, è ovviamente l’uomo da battere. E’ il sindaco uscente e, comunque, è appoggiato molto bene con in lista uomini e donne molto forti, dal punto di vista numerico. Il suo rivale, oggi, è Alberto Arcidiacono. Che ha ricevuto l’ok da parte di Diventerà Bellissima, quindi la lista del presidente della regione siciliana Nello Musumeci e del Pd di Monreale, almeno la parte che fa riferimento a Manuela Quadrante e Silvio Russo. La Quadrante, tra l’altro, dovrebbe esere candidata in questa lista civica che comunque fa capo al Pd.

In grande ripresa è Roberto Gambino, partito in sordina. Ma adesso, con l’alleanza con Monreale Bene Comune, il gruppo sta recuperando il terreno perso nei mesi scorsi. Hanno accettato di candidarsi al progetto persone di un certo “peso”, sempre a livello numerico.  Un passo indietro c’è Salvino Caputo, l’ex sindaco di Monreale. Lo mettiamo al quarto posto perché ancora Forza Italia non ha sciolto definitivamente la riserva sul suo nome. Salvino, però, è molto amato in città. Potrebbe essere lui uno dei due contendenti al ballottaggio. Ma oggi appare un po’ in difficoltà, con del terreno da recuperare.

Giuseppe Romanotto della Lega insegue il sogno di salire nella Sala Rossa a Palazzo di Città. Il gruppo è compatto ed ha rifiutato le avances del gruppo di Arcidiacono. Difficile, però, che riuscirà ad arrivare al ballottaggio. Sullo stesso piano c’è Massimiliano Lo Biondo e il suo “Oltre”. Candidatura presentata sabato scorso per Massimilino tante insidie da risolvere. Anche lui ha rifiutato alleanze per esserci.

Quasi impossibile, invece, l’impresa per Fabio Costantini. Il Movimento 5 Stelle è fortissimo a livello nazionale, ma a livello locale arranca un po’. In questi anni, il demerito di Fabio, comunque, è stato anche quello di non creare rete con i cittadini. Che adesso si trovano un po’ spaesati. Di qualche ora fa l’ufficializzazione della candidatura a sindaco di Benedetto Madonia del gruppo “Occupiamoci di Monreale” che appare più come una provocazione che come un reale tentativo di diventare sindaco.

LE NOSTRE PREVISIONI AD OGGI

PIERO CAPIZZI 36 %
ALBERTO ARCIDIACONO 26 %
ROBERTO GAMBINO 16 %
SALVINO CAPUTO 12 %
GIUSEPPE ROMANOTTO 4 %
MASSIMILIANO LO BIONDO 4 %
FABIO COSTANTINI 2 %
BENEDETTO MADONIA 0 %

Un commento a “Capizzi è l’uomo da battere. Occhio ad Arcidiacono. Caputo e Gambino in rimonta”

  1. Filippo ha detto:

    Esattamente qual é la fonte dei dati? In che modo è stato condotto questo sondaggio? Che attendibilità ha? Solitamente i giornali fanno riferimento a queste voci che in questa occasione non vengono nemmeno citate. Attendo un riscontro su queste domande altrimenti questo articolo è errato o non veritiero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su monrealepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it