Palermo, si finge cliente e rapina gioielleria: catturato in meno di 24 ore

Redazione

Palermo

Palermo, si finge cliente e rapina gioielleria: catturato in meno di 24 ore

Palermo, si finge cliente e rapina gioielleria: catturato in meno di 24 ore
07 Febbraio 2019 - 15:05

E’ stato catturato in meno di 24 ore, l’uomo che ieri si è finto un cliente e ha rapinato la gioielleria Stroili Oro di via Ruggero Settimo a Palermo.  La Polizia ieri sera, ha sottoposto a fermo Giovanni Caracausi, palermitano di 39 anni (già gravato da pregiudizi per reati contro il patrimonio), ritenuto l’autore della rapina.

Erano da poco passate le 11, quando un individuo (Caracausi), è entrato all’interno dell’esercizio commerciale, simulando di essere un potenziale cliente e ha chiesto alle due impiegate presenti di poter visionare alcuni modelli di fede; mentre un’impiegata ha iniziato a mostrargli alcuni preziosi custoditi all’interno di una vetrina, l’uomo improvvisamente ha cambiato atteggiamento, mettendo in atto il suo piano criminale; ha spinto quindi in maniera decisa ed energica la malcapitata, tanto da spostarla fisicamente dalla vetrina cui erano esposti i preziosi, proferendo in tono minaccioso al suo indirizzo “Ora ti devi levare” e si è impossessato di circa 40 fedi dorate ed argentate del valore complessivo di oltre 2.500 euro, per poi fuggire precipitosamente, insieme da un complice che lo aveva atteso fuori con funzioni di palo; durante la fuga il malvivente ha perso una piccola parte della refurtiva, recuperata da un cittadino e riconsegnata al negoziante.

Le indagini avviate dai “Falchi” della sezione “Contrasto al Crimine Diffuso” della Squadra Mobile, hanno consentito di chiudere il cerchio ed identificare il Caracausi quale autore della rapina. L’acquisizione immediata delle immagini registrate dai sistemi di videosorveglianza dell’esercizio e di quelli di altri della zona, le dichiarazioni della vittima e dei testimoni dell’accaduto, nonché una profonda conoscenza degli ambienti criminali locali sono in particolare gli elementi che hanno dato impulso e attraverso i quali si sono sviluppate le indagini.

L’uomo, successivamente intercettato dagli investigatori e messo alle strette, avrebbe anche ammesso le proprie responsabilità e consegnato agli agenti il bottino della rapina. Caracausi al termine delle formalità di rito è stato condotto presso la Casa Circondariale “Lorusso” di Pagliarelli ed ulteriori indagini sono in corso per identificare il suo complice.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it