Studiare le conseguenze degli incendi in Sicilia, 40 studenti universitari fanno tappa a Pioppo

Redazione

Cronaca

Studiare le conseguenze degli incendi in Sicilia, 40 studenti universitari fanno tappa a Pioppo

di Redazione 
Studiare le conseguenze degli incendi in Sicilia, 40 studenti universitari fanno tappa a Pioppo

Da Mazara a Palermo: i 40 studenti universitari che stanno partecipando al progetto “Sicilia Coast to Coast” ideato dal Laboratorio del cammino, ieri hanno fatto tappa a Pioppo. Lo scopo di questo laboratorio del Cammino è quello di utilizzare il cammino per innovare metodi, strumenti e contenuti dell’urbanistica, perché come spiega Luca Lazzarini, uno degli studenti ideatori dell’iniziativa, “volevamo capire come, al di là delle mappe, fosse possibile esplorare un territorio ai fini turistici”.

La prima iniziativa lo scorso anno con la “via Salaria”, un cammino nei territori colpiti dal terremoto che ha devastato il Centro Italia, da San Benedetto del Tronto ad Ostia, da mare a mare. “Fu durante una tappa – spiega Serena Marchionni, un’altra studentessa responsabile del progetto – che un collega fece una sorta di provocazione: andiamo in Sicilia”. Da lì prende forma il cammino dedicato alla Sicilia, con un tema delicato, quello degli incendi, che ha previsto un itinerario a piedi da Mazara del Vallo in provincia di Trapani a Palermo (l’arrivo oggi), passando per Selinunte, Castelvetrano, Salemi, Calatafimi Segesta, Alcamo, Partinico e ieri Pioppo, la frazione di Monreale.

Proprio nel monrealese, i ragazzi hanno potuto osservare da vicino i danni dell’incendio che ha devastato il bosco di Casaboli, “un incendio ancora visibile che ha distrutto un bosco molto particolare, creato appositamente con delle campagne di piantumazioni tra la fine degli anni ’70 e gli inizi degli anni ’80”, spiega Luca.

Al progetto partecipano il Politecnico di Torino, il Politecnico di Milano, l’università di Camerino, l’università di Teramo, l’università di Palermo e l’università di Cagliari. Alla fine del progetto, a Torino, il 26 ottobre, saranno presentati i risultati di questi lavori e sarà allestita una mostra che racconterà questo viaggio. Gli studenti, selezionati attraverso conference call, si sono autofinanziati il viaggio. Ieri, tra i relatori del forum a Orarune a Pioppo, sede del Comitato, il professor Aurelio Angelini. Era presente anche il vicesindaco di Monreale Giuseppe Cangemi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su monrealepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it