No ai doppi turni: così cambia la geografia delle scuole monrealesi

Giorgio Vaiana

Cronaca - Tutti in classe

No ai doppi turni: così cambia la geografia delle scuole monrealesi
Ecco tutti i nuovi locali che saranno utilizzati dagli istituti monrealesi

No ai doppi turni: così cambia la geografia delle scuole monrealesi

26 Settembre 2020 - 18:33

Lunedì si comincia. Suonerà la prima campanella per gli studenti di Monreale. Con una certezza. Non ci saranno doppi turni in nessuna scuola. Lo hanno fatto sapere il sindaco Alberto Arcidiacono e l’assessore Rosanna Giannetto, “perché tutte le strutture richieste dagli istituti sono state consegnate ai vari dirigenti scolastici”. “Intanto desideriamo ringraziare proprio i dirigenti scolastici per la collaborazione che hanno mostrato – dicono Arcidiacono e Giannetto – ma anche i tecnici comunali che hanno lavorato e continuano a lavorare per un rientro in sicurezza dei nostri ragazzi, i volontari che hanno effettuato la scerbatura e la pulizia delle aree adibite a verde”.

Per rispettare il decreto del governo che obbliga gli studenti ad una maggiore distanza, le scuole hanno dovuto chiedere al comune nuovi locali per integrare le aule già in loro possesso. Alla scuola Margherita di Navarra, che ha la sede centrale a Pioppo, sono stati assegnati dei locali che si trovano nella parrocchia Santa Maria Immacolata, tra Pioppo e Giacalone. Qui saranno sistemati alcune sezioni della scuola dell’infanzia. Sempre per la Margherita di Navarra, ma per la sezione di Villaciambra, assegnati i locali della chiesa di San Giuseppe a Malpasso, anche qui per alcune sezioni dell’infanzia. Ancora la Margherita di Navarra, per le assegnzioni, a San Martino. Qui saranno i locali del Fec ad ospitare alcune sezioni della primaria. In attesa che si superino alcuni scogli burocratici con la Sovrintendenza, gli studenti utilizzeranno alcuni locali già esistenti.

Alla Novelli-Veneziano, date in uso alcune aule del collegio di Maria che ospiteranno sia una sezione dell’infanzia che un’intera sezione della primaria. Ioltre saranno a disposizione alcuni locali dell’ex mattatoio, in accordo con l’associazione “Nati due volte”. Per la Morvillo, accordo pacifico con l’istituto D’Aleo che ha ceduto alla scuola ben 4 aule per la scuola media. Inoltre i ragazzi potrano anche contare su alcuni locali dell’opera Pia Benedetto Balsamo. Per la scuola Guglielmo, la possibilità di usare il plesso Mattarella che si trova alla Badiella. Questi saranno utilizzati dagli studenti della scuola primaria. Ultimo assegnazione per il Cpia che potrà utilizzare alcuni locali che si trovano al Carmine messi a disposizione da don Nicola Gaglio.

Rimane in sospeso la questione banchi, anche se il comune ha fatto sapere di aver già acquistato oltre 150 banchi (per una spesa di 15 mila euro) e di aver ricevuto una donazione da parte del liceo artistico Picasso. Questi ultimi banchi sono stati regalati all’istituto Margherita di Navarra. Proseguono intanto gli interventi di scerbatura a cura di numerosi volontari che stanno ripulendo tutti gli spazi esterni delle scuole monrealesi. Mentre per garantire piena efficienza alle operazioni di ingresso e uscita degli studenti ed evitare code e assembramenti, il comune, oltre alla polizia municipale e alle altre forze dell’ordine, si avvarrà nche di alcuni volontari.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it