Chiede pizzo a commerciante per sostenere famiglie dei detenuti: arrestato

Redazione

Palermo - In via Roccazzo

Chiede pizzo a commerciante per sostenere famiglie dei detenuti: arrestato
L'arresto della Squadra mobile di Palermo, su delega della Direzione distrettuale antimafia

Chiede pizzo a commerciante per sostenere famiglie dei detenuti: arrestato

24 Settembre 2020 - 14:32

Tentata estorsione aggravata dal metodo mafioso. É l’accusa contestata al 40enne Maurizio Vaccaro, arrestato dalla Squadra mobile di Palermo, su delega della Direzione distrettuale antimafia. L’uomo avrebbe preteso denaro da un commerciante di via Roccazzo, affermando che i soldi dovevano servire a sostenere le “famiglie” dei carcerati e aggiungendo che altri negozianti avevano subito quella stessa visita.

“Le modalità utilizzate – spiegano dalla polizia di Stato – non hanno lasciato dubbi di interpretazione agli inquirenti, ritenendole tipiche del metodo mafioso: la richiesta di sostenere le famiglie dei detenuti e il riferimento ad analoghe visite che altri esercenti avevano avuto da altri della zona hanno subito evocato il sistema abituale delle cosche mafiose per imprimere il loro controllo sulle attività economiche”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it