Minacce di morte con una bottiglia rotta per estorcere denaro ai passanti, arrestato

Redazione

Palermo - Palermo

Minacce di morte con una bottiglia rotta per estorcere denaro ai passanti, arrestato
L’uomo avrebbe adocchiato le sue vittime, nel corso della prima aggressione, in via Lattarini e poi nella zona di Discesa dei Giudici

Minacce di morte con una bottiglia rotta per estorcere denaro ai passanti, arrestato

11 Settembre 2020 - 18:46

La polizia ha arrestato G. F., 28enne palermitano, residente nel quartiere Oreto e responsabile del reato di estorsione. Così come ricostruito dai poliziotti del Commissariato “Oreto-stazione” intervenuti, una condotta estemporanea ed improntata quasi all’improvvisazione avrebbero delineato il reato estorsivo del malfattore. Anche se in assenza di una fase “preparatoria” del reato, non meno gravi sono state le paure ingenerate nelle vittime, costrette a consegnare il denaro, ma subito confortate dal passaggio di una volante in servizio di prevenzione e controllo del centro cittadino.

L’uomo infatti avrebbe adocchiato le sue vittime, nel corso della prima aggressione, in via Lattarini e poi nella zona di Discesa dei Giudici. In via Lattarini, avrebbe puntato una giovane coppia di coniugi del nord Italia, sorpresa poco prima che facesse rientro in una struttura ricettiva. Il malvivente avrebbe puntato ai giovani il coccio rotto di una bottiglia di vetro, minacciando di conficcarlo loro, chiedendo ed ottenendo del denaro dal marito. Durante le fasi dell’aggressione, la moglie sarebbe riuscita a fuggire ed a trovare riparo all’interno di un supermarket etnico.

Il secondo episodio sarebbe avvenuto nella zona di Discesa dei Giudici dove il 28enne palermitano avrebbe aggredito un cittadino italiano, minacciandolo di gravi ritorsioni ed ottenendo, anche in questo caso, alcune monete. La vittima di quest’ultimo episodio avrebbe chiesto ed ottenuto aiuto da una pattuglia di Polizia provvidenzialmente di passaggio in zona. Gli agenti hanno fermato il malvivente, hanno raggiunto anche le vittime della precedente aggressione ed anche sulla base delle dichiarazioni rese da alcuni testimoni, hanno arrestato il malvivente per il duplice reato estorsivo.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it