Gioco d’azzardo e scommesse, Caputo presenta interrogazione all’Ars

Redazione

Cronaca - Politica

Gioco d’azzardo e scommesse, Caputo presenta interrogazione all’Ars
Interrogazione parlamentare a risposta urgente al Presidente Musumeci e agli assessori alle politiche sociali e alla sanità

Gioco d’azzardo e scommesse, Caputo presenta interrogazione all’Ars

09 Febbraio 2020 - 16:33

Un’interrogazione parlamentare a risposta urgente in aula al Presidente della Regione Nello Musumeci e agli assessori alle Politiche sociali e alla Sanità, in merito alla enorme diffusione del gioco cosiddetto legale che in soli due comuni della provincia di Palermo, Bagheria e Monreale hanno assorbito risorse per oltre 72 milioni di euro, risorse economiche sottratte all’economia locale dei due dei più estesi comuni dell’intera provincia. A presentarla è il deputano regionale di Forza Italia Mario Caputo.

“Apprendere che nella Città di Monreale – ha detto Mario Caputo – che registra un preoccupante fenomeno di disagio sociale, di dispersione scolastica, con una disoccupazione ai massimi livelli e con una larga diffusione di soggetti percettori del reddito di cittadinanza, 28 milioni di euro sono stati “bruciati” attraverso il ricorso ai giochi e alle scommesse “legali”, significa che siamo in presenza di una situazione che oltre ad essere indice di gravi patologie, nasconde un allarmante fenomeno di degrado. Significa che risorse destinate alle famiglie e ai figli vengono utilizzate per giochi e scommesse, con un ricorso diffuso all’indebitamento e forse anche all’usura”.

“Ho chiesto – ha aggiunto Caputo – agli assessori alla Sanità e alle Politiche sociali, di attenzionare il gravissimo fenomeno e, di predisporre progetti destinati ai Comuni interessati per realizzare misure di sostegno sociale e sanitario per arginare un fenomeno allarmante ed in continua crescita. Chiederò ai sindaci di Monreale e Bagheria di predisporre progetti finalizzati ad individuare le cause di quella che oramai, è una vera e propria patologia e, per rilanciare iniziative di carattere sociale, culturale e di vera e propria riabilitazione in sintonia con i servizi sociali e con le Asp territoriali”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it