L’istituto Margherita di Navarra a Roma per il progetto “Si-cura…mente Donna”

Redazione

Cronaca - Il progetto

L’istituto Margherita di Navarra a Roma per il progetto “Si-cura…mente Donna”
La dirigente Roccamatisi ha partecipato al seminario di avvio del Progetto che vedrà coinvolte in Sicilia quattro istituzioni scolastiche

L’istituto Margherita di Navarra a Roma per il progetto “Si-cura…mente Donna”

27 Novembre 2019 - 11:12

Il 25 novembre, in occasione della giornata internazionale contro la violenza sulle donne, la dirigente scolastica Patrizia Roccamatisi dell’istituto Margherita di Navarra di Pioppo ha partecipato al seminario di avvio del Progetto “Si-cura…mente Donna” che si è tenuto a Roma e che vedrà coinvolte in Sicilia quattro istituzioni scolastiche.

Tanti e interessanti gli interventi di numerosi relatori che hanno affrontato la tematica secondo diverse sfaccettature. Il progetto elaborato dall’Unione Cattolica Italiana Insegnanti e dirigenti come soggetto proponente, finanziato dal DPO della Presidenza del Consiglio dei Ministri e coordinato dalla Dirigente Chiara Di Prima, vede il coinvolgimento di 36 scuole di 9 regioni italiane, con azioni progettuali e sperimentali a cui parteciperanno i genitori, i docenti e 20 alunni per ogni scuola, che attraverso la metodologia della “Peer Education” saranno promotori degli obiettivi del progetto per garantire la trasversalità e trasferibilità del modello progettuale sul gruppo dei pari.

La finalità del progetto è quella della valorizzazione dell’essere umano come persona autonoma, come soggetto attivo di diritto che si oppone agli squilibri sociali ed agli stereotipi di genere, tramite un”azione educativa su presupposti di giustizia e libertà individuale, da sviluppare in ambito scolastico,attraverso la divulgazione di informazione e la sperimentazione laboratoriale di buone prassi preventive per far convergere gli obiettivi inerenti la civile e democratica convivenza, rispettosa delle unicità personali nella pluralità dei contesti. Le azioni di sensibilizzazione punteranno alla costruzione di storie con laboratori di narrazione e autobiografia cognitiva, laboratori sportivi e multimediali, produzione di cortometraggi e focus group.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it