Rifiuti, topi, erbacce e traffico in tilt: ad Aquino i residenti sono esasperati

Redazione

Aquino - La segnalazione

Rifiuti, topi, erbacce e traffico in tilt: ad Aquino i residenti sono esasperati
Una discarica continua, erbacce, aiuole piene di rifiuti, il traffico che va in tilt ogni giorno, all'entrata e all'uscita della scuola

Rifiuti, topi, erbacce e traffico in tilt: ad Aquino i residenti sono esasperati

31 Ottobre 2019 - 11:08

Una discarica continua, erbacce, aiuole piene di rifiuti, il traffico che va in tilt ogni giorno, all’entrata e all’uscita della scuola. Siamo ad Aquino, frazione di Monreale, nei pressi dell’istituto comprensivo Veneziano. La scuola, ogni giorno, rappresenta un problema per chi vive nella frazione. Sia la mattina, all’ingresso degli studenti, che all’ora di pranzo, nell’orario di uscita. Il traffico va immediatamente in tilt, questo per la sosta selvaggia dei genitori che non si preoccupano di abbandonare, talvolta dove capita, la propria autovettura per lasciare o riprendere il proprio figlio o figlia.

“Noi abbiamo fatte decine di segnalazioni alla polizia municipale raccontando i disagi che viviamo ogni giorno – dice un residente – ma qua di vigili non se ne sono mai visti. Il risultato? Basta venire all’uscita di un normale giorno di scuola per rendersene conto con i propri occhi”. Code lunghissime, clacson impazziti, “con persone che devono andare a fare dialisi o andare a lavorare che rimangono bloccati anche per venti minuti”.

Ma non è tutto. Perchè la zona intorno alla scuola non è certo ben curata. “Il parcheggio è abbandonato a se stesso, con erbacce e aiuole piene di rifiuti – racconta il residente – Le piante alte non permettono una visuale chiara e attraversare la strada diventa rischiosissimo”. E poi la discarica abusiva: “Qui ci sono due contenitori per gli abiti usati – prosegue il residente – Ma la gente poco educata ha scambiato questo posto come un luogo per abbandonare di tutto (ne avevamo parlato in questo articolo). Dall’amministrazione comunale ci avevano promesso che avrebbero tolto i due cassonetti. I rifiuti portano scarafaggi e topi e non è certo un ambiente salubre per i nostri figli. Invece i due contenitori sono sempre qui. Ci hanno preso in giro per l’ennesima volta. La gente è esasperata”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it