Arriva a Palermo e in un’ora gli rubano il cellulare: disavventura per un turista tedesco

Redazione

Palermo

Arriva a Palermo e in un’ora gli rubano il cellulare: disavventura per un turista tedesco
Un'ora. Appesa sessanta minuti. Da tanto era sul suolo palermitano un giovane turista di 23 anni che è stato derubato dal suo cellulare.

Arriva a Palermo e in un’ora gli rubano il cellulare: disavventura per un turista tedesco

09 Aprile 2019 - 19:22

Un’ora. Appesa sessanta minuti. Da tanto era sul suolo palermitano un giovane turista di 23 anni che è stato derubato dal suo cellulare da un malvivente in piazza Bologni. Il ragazzo era arrivato nel capoluogo siciliano intorno alle 20,30 con il treno da Napoli. Si era incamminato verso il centro storico, quando a piazza Bologni, gli si è avvicinato il malvivente con una scusa. E’ stata questione di attimi. Il ladro ha spinto violentemente il giovane che è caduto a terra, ha afferrato il cellulare e si è dato alla fuga tra gli stretti vicoli di Ballarò.

La scena non è passata inosservata agli occhi dei passanti, uno dei quali ha preso il proprio telefono e ha lanciato immediatamente l’allarme al 113. Grazie a questa segnalazione e all’esatta descrizione del rapinatore comunicata tramite radio, due agenti dell’Ufficio di prevenzione generale e soccorso pubblico hanno iniziato a setacciare la zona. Passando per via Corrado Avolio hanno notato un uomo sospetto. I suoi tratti somatici e gli indumenti corrispondevano perfettamente all’identikit del ricercato: era il rapinatore fuggito da piazza Bologni. Dopo un breve inseguimento a piedi gli agenti sono riusciti a bloccare il trentenne. La perquisizione ha consentito di recuperare il cellulare rubato che il trentenne aveva ancora in tasca. In manette è finito F.C., residente nella zona di Falsomiele, colto in flagranza e accusato di rapina.

Il malvivente è stato quindi portato in caserma per accertamenti in attesa della direttissima. Il giudice ha convalidato l’arresto disponendo per lui l’obbligo di dimora nella propria abitazione dalle 19 alle 7. Il cellulare è stato restituito al legittimo proprietario che ha ringraziato i poliziotti per aver fatto sì che la sua tappa palermitana non si trasformasse solo un brutto ricordo.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it