L’ultima sfida di Orlando a Salvini. Firmate 60 pratiche anagrafiche a stranieri

Redazione

Palermo

L’ultima sfida di Orlando a Salvini. Firmate 60 pratiche anagrafiche a stranieri
Orlando rilancia la sua sfida al Decreto Sicurezza e firma di suo pugno nuovi provvedimenti.

L’ultima sfida di Orlando a Salvini. Firmate 60 pratiche anagrafiche a stranieri

20 Marzo 2019 - 10:00

Il decreto Sicurezza torna ad essere lo scontro tra il sindaco Leoluca Orlando e il ministro dell’interno Matteo Salvini. Il primo cittadino ha firmato nuovi provvedimenti anagrafici con i quali autorizza la polizia Municipale alla prosecuzione dell’iter di iscrizione anagrafica richiesta da alcuni cittadini stranieri presenti a Palermo. Nel giro di qualche settimana, Orlando ha già firmato 60 provvedimenti che analizzano la situazione normativa determinata dall’entrata in vigore del “Decreto Sicurezza”, definendo il quadro complessivo come di “evidente difficoltà interpretativa”, a seguito dell’asserito conflitto fra norme tutt’ora in vigore.

Nel testo del provvedimento si legge infatti che: “se le iscrizioni e variazioni anagrafiche dello straniero regolarmente soggiornante sono effettuate alle medesime condizioni dei cittadini italiani, se la dimora dello straniero si considera abituale raggiunti i tre mesi di ospitalità in un centro di accoglienza, se la dimora abituale è fondamento della residenza e se, infine, è fatto obbligo ad ognuno di chiedere la iscrizione nell’anagrafe del Comune di dimora abituale, ne deriva che tale iscrizione risulterebbe doveroso sia chiederla che ottenerla (ove non esistano altri elementi ostativi a seguito delle verifiche di legge), anche utilizzando documenti differenti da quello del permesso di soggiorno, ma ugualmente idonei ad attestare la regolarità del soggiorno medesimo per le finalità anagrafiche”.

Inoltre, secondo Orlando, il Sindaco è obbligato dalla legge a “soppesare in modo ponderato gli interessi pubblici e privati emergenti, essendo per altro il rispetto e la garanzia di questi ultimi una parte essenziale della costruzione di condizioni di legalità e sicurezza per la comunità locale”. Commentando la firma di questi documenti, il Sindaco ha dichiarato che essi “sono ispirati al incomprimibile rispetto dei diritti umani e della Costituzione”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it