Tutte le garanzie accessorie sull’auto: quali sono, come funzionano e quando sono consigliate

Redazione

Dall'Italia e dal Mondo

Tutte le garanzie accessorie sull’auto: quali sono, come funzionano e quando sono consigliate

Tutte le garanzie accessorie sull’auto: quali sono, come funzionano e quando sono consigliate
21 Gennaio 2019 - 15:55

Quando si sottoscrive una copertura assicurativa per la propria automobile o per un motociclo obbligatoria si ha anche la possibilità di completarla con delle garanzie accessorie. In questo modo l’assicurato può creare una polizza in base alle sue personali esigenze. Tali garanzie extra sono chiamate anche Assicurazioni Rischio Diverso e sono rappresentate dalla sigla ARD.
L’assicurato potrebbe avere particolari esigenze dettate dalle sue abitudini, dai posti dove è solito lasciare il mezzo, dalla quantità di chilometri percorsi o desiderare maggiori tutele dal momento che l’auto è di valore o nuova. Tutte queste coperture previste dalle garanzie ARD non sono previste dall’RC auto e moto base d’obbligo.

Le specifiche su questo genere di coperture sono riportate sul contratto stesso di stipulazione dell’accordo fra la compagnia di assicurazione e l’assicurato. Esse hanno sfacettature, clausole e costi differenti in base all’assicurazione che si sceglie. Spesso se si sottoscrive l’assicurazione auto con le compagnie che lavorano online i prezzi sono più vantaggiosi, anche per le coperture accessorie.

Le garanzie accessorie quanto costano e quando convengono
Le coperture accessorie in aggiunta alle normali RC auto e moto hanno costi diversi in base alla compagnia di assicurazione, in tutti i casi comunque sono poche quelle che magari vengono incluse “omaggio” dalle stesse e per questo vanno a far lievitare il premio. Quanto più una copertura può far risparmiare, tanto più essa potrebbe costare. Se si scelgono bene le proprie garanzie, però, ne vale sempre la pena.

Questo perché di fatto a fronte di decine o poche centinaia di euro se ne possono risparmiare migliaia. È per questo motivo che diventa fondamentale riflettere bene sull’utilizzo che si fa del mezzo e su quali ARD è bene attivare. Cosa può incidere sulla scelta delle coperture extra per il proprio mezzo? Lo stile di guida, la frequenza d’uso, il luogo di residenza, la condizione del mezzo.

Quali sono le principali coperture accessorie disponibili oggi?

  • Kasko – La copertura Kasko, esistente in diverse formule in base al grado di copertura desiderato dall’assicurato, serve a coprire i danni quasi senza limiti indipendentemente dalla colpa. Chi sottoscrive tale polizza, quindi, può essere risarcito anche se ha la responsabilità in un sinistro o se subisce danni al veicolo senza che siano coinvolti altri veicoli, come nel caso di urto contro elementi fissi stradali, sbandamenti etc. Questo genere di ARD di solito è quello più costoso.
  • Furto – Incendio – Queste due forme di copertura del veicolo sono spesso associate insieme, ma le si può trovare anche distinte: dipende dalla compagnia. L’assicurato in questo caso è al sicuro in caso che il veicolo gli venga rubato poiché il valore totale o parziale (in base alle condizioni di contratto) gli viene rimborsato. Lo stesso in caso di danni causati dal fuoco, sia che esso si sia sviluppato internamente all’auto (nel motore o nell’abitacolo) sia che arrivi dall’esterno.
  • Atti vandalici – Assieme a queste coperture c’è anche talvolta la polizza atti vandalici che copre tutti gli eventuali danni che sono stati provocati volontariamente da terzi: è il caso, per esempio, di coinvoligimento in sommosse, cortei, tumulti, terrorismo.
  • Eventi Naturali – Questa copertura copre quei danni subiti dal mezzo dovuti a condizioni atmosferiche avverse, come potrebbero essere alluvioni, grandine, terremoti.
  • Tutela Legale – Questa copertura assicura al sottoscrivente un’assistenza legale in caso venga coinvolto in procedimenti di natura legale, siano essi di tipo penale, civile o amministrativo.
  • Polizza cristalli – In caso i vetri del veicolo si danneggino per eventi naturali o per volontà di terzi, la riparazione o la sostituzione dei vetri viene rimborsata.
  • Copertura Conducente – Ricordiamo che l’RC auto e moto copre i danni a tutti tranne che quelli che gravano sul conducente del mezzo. La copertura di questa garanzia accessoria ovvia proprio a questo problema e copre eventuali danni a suo carico.
  • Assistenza stradale – In caso di veicolo in panne o che non si può muovere dopo sinistro risulta utile e conveniente in termini economici avere una copertura di questo tipo. Si avrà a disposizione un tot di interventi l’anno del carro attrezzi per poter portare il mezzo in officina. A questa copertura si associano diverse condizioni di comfort.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it