Covid, in Sicilia 750mila tamponi rapidi a disposizione del sistema sanitario

Redazione

Regione - I test sono adoperati negli aeroporti di Palermo e Catania

Covid, in Sicilia 750mila tamponi rapidi a disposizione del sistema sanitario
Si tratta del primo carico acquistato direttamente dalla Regione e distribuito nei giorni scorsi a tutte le Asp

Covid, in Sicilia 750mila tamponi rapidi a disposizione del sistema sanitario

23 Settembre 2020 - 17:39

Sono oltre 750 mila i tamponi rapidi già a disposizione del Sistema sanitario siciliano per le azioni di ricerca e tracciamento del Coronavirus tra la popolazione. Si tratta del primo carico acquistato direttamente dalla Regione Siciliana e distribuito nei giorni scorsi a tutte le Aziende. I tamponi rapidi consentono in pochi minuti di ottenere l’esito, semplificando e velocizzando le procedure di conctat tracing ed evitando soprattutto possibili rallentamenti alle azioni dei sanitari per contrastare il contagio da Covid-19. I nuovi test sono già stati adoperati negli aeroporti di Palermo e Catania, in alcuni pronto soccorso dell’Isola e stamattina anche in una scuola della provincia di Palermo. L’assessorato regionale alla Salute ha inoltre messo una fornitura a disposizione delle case circondariali e degli istituti di correzione.

Un primo stock di tamponi rapidi arriverà dall’Asp di Palermo all’aeroporto Falcone Borsellino oggi stesso. E da stasera saranno utilizzati sui passeggeri in arrivo da Marsiglia; ma serviranno per testare tutti i viaggiatori che nei prossimi giorni sbarcheranno a Punta Raisi da Spagna, Grecia, Malta, Croazia e Francia (le Regioni della Francia indicate nell’ordinanza del ministro della Salute: Alvernia-Rodano-Alpi, Corsica, Hauts-de-France, Île-de-France, Nuova Aquitania, Occitania, Provenza-Alpi-Costa azzurra). Il test antigenico rapido (tampone rino-faringeo) sarà eseguito dai medici dell’Asp, con la collaborazione dei medici dell’Usmaf, la sanità aerea. L’esito del test sarà disponibile in 15 minuti. In caso di positività, il passeggero si sottoporrà a un tampone di conferma e sarà data comunicazione al dipartimento di prevenzione dell’Asp di Palermo per il tracciamento epidemiologico.

“Il test richiederà 15 minuti. Qualche altro minuto servirà per la registrazione e il referto – dice Salvatore Zichichi, medico dell’Usmaf – Sono a disposizione due sale, dove i viaggiatori potranno attendere il risultato del test. L’Usmaf, che ha il coordinamento della struttura sanitaria all’aeroporto di Palermo, ha organizzato due ambulatori – conclude Zichichi – Non sarà necessario ripetere l’esame per chi presenterà la documentazione di test a mezzo tampone effettuato entro le 72 ore dall’ingresso in Italia”.

Altre notizie su monrealepress

3 commenti a “Covid, in Sicilia 750mila tamponi rapidi a disposizione del sistema sanitario”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it