Parcheggio “a spina di pesce” in via D’Acquisto. Ma quante perplessità

Redazione

Cronaca - Monreale

Parcheggio “a spina di pesce” in via D’Acquisto. Ma quante perplessità
L'assessore Taibi: "Necessario". Ma la scelta non ha convinto proprio tutti

Parcheggio “a spina di pesce” in via D’Acquisto. Ma quante perplessità

09 Settembre 2019 - 12:04

Da qualche giorno è stato istituito in via Benedetto D’Acquisto a Monreale, il parcheggio “a spina di pesce“, in sostituzione di quello parallelo al senso di marcia e al marcipaiede. Una decisione voluta dall’amministrazione comunale guidata da Alberto Arcidiacono, su suggerimento degli assessori Nicola Taibi e Geppino Pupella. Una scelta, però, che non ha convinto proprio tutti: “E’ vero che probabilmente si evita di far parcheggiare in doppia file le auto – dicono alcuni residenti – ma è anche vero che così facendo si è ristretta la carreggiata in maniera eccessiva. E sarebbe difficile, per eventuali mezzi di soccorso che di solito la percorrono in senso contrario, districarsi in mezzo alle auto che scendono in direzione Palermo“.

La replica è affidata all’assessore Nicola Taibi: “E’ stata una decisione pensata e decisa in maniera unanime – dice – Siamo sempre alla ricerca di nuovi parcheggi per i residenti e i turisti e in via D’Acquisto. Con la modifica al parcheggio, abbiamo guadagnato 11 stalli. Si tratta, quindi, di undici nuovi posti auto che serviranno una delle zone cruciali di Monreale. Le zone blu non aumenteranno. Perché verranno tolti i parcheggi nei pressi di villa Savoia. Stiamo analizzando altre situazioni per creare nuovi parcheggi destinati ai residenti. Ma non è facile. I pass per le zone blu? Ci stiamo lavorando”.

Le perplessità nonostante la dichiarazione dell’assessore Taibi rimangono. E sono tante. In primis la questione sicurezza per chi deve lasciare il parcheggio “alla cieca”, visto che non si può accorgere delle auto che viaggiano in direzione Palermo;  poi c’è la questione mezzi di soccorso che percorrono la strada in senso contrario. Poi bisogna verificare il numero dei posti a pagamento istituiti e gestiti dall’Acs. Secondo quanto stabilito con il comune di Monreale, il numero dei “posti blu” deve sempre rimanere uguale per tutta la durata del contratto. Quindi se, come sembra, in via D’Acquisto sono aumentati i numeri degli stalli a pagamento, è chiaro che da qualche parte di Monreale, questi parcheggi a pagamento sono stati tolti e riportati liberi. Faremo delle verifiche.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it