Prima paghi, meno paghi: ecco come mettersi in regola con le tasse arretrate

Redazione

Cronaca - Monreale

Prima paghi, meno paghi: ecco come mettersi in regola con le tasse arretrate
Si chiama "Ravvedimento operoso". Permetterà ai cittadini morosi di mettersi in regola con Imu, Tasi, Tari, Cosap e Pubblicità

Prima paghi, meno paghi: ecco come mettersi in regola con le tasse arretrate

22 Luglio 2019 - 11:01

Si chiama “Ravvedimento operoso” la nuova idea del comune di Monreale per permettere ai cittadini morosi di mettersi in regola con le tasse Imu, Tasi, Tari, Cosap e Pubblicità. Grazie ad un Regolamento per l’applicazione del ravvedimento approvato dal Consiglio comunale, l’Ufficio tributi del Comune di Monreale da il via libera, dopo il parere positivo della giunta comunale presieduta dal sindaco Alberto Arcidiacono.

Si tratta di un modo per dare la possibilità ai cittadini morosi di mettersi in regola con i tributi. Previste diverse modalità fra i le quali il Ravvedimento Sprint che prevede la possibilità di definire la propria posizione versando l’imposta dovuta entro 14 giorni dalla scadenza con una sanzione dello 0,1% giornaliero del valore dell’imposta più interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale; Ravvedimento Breve, applicabile dal 15° al 30° giorno di ritardo che prevede una sanzione fissa dell’1,5% dell’importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale; Ravvedimento Medio, applicabile dal 31° giorno di ritardo fino al 90° giorno e prevede una sanzione fissa dell’1,67% dell’importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale; Ravvedimento Lungo, applicabile dopo il 90° giorno di ritardo, ma comunque entro i termini di presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui è stata commessa la violazione e prevede una sanzione fissa del 3,75% dell’importo da versare più gli interessi giornalieri calcolati sul tasso di riferimento annuale; Ravvedimento Lunghissimo, applicabile dal 91° giorno di ritardo e comunque entro i due anni. Per omesso/tardivo versamento, eseguito entro due anni dall’omissione o dall’errore, la sanzione è ridotta ad un settimo cioè pari al 4,286% dell’imposta; Ravvedimento Lunghissimo II, applicabile oltre i due anni. Per omesso/tardivo versamento, eseguito oltre due anni dall’omissione o dall’errore, la sanzione è ridotta ad un sesto cioè pari al 5% dell’imposta.

Ogni cittadino, oltre alla domanda scaricabile sul sito internet del Comune di Monreale, dovrà allegare in fotocopia i modelli di versamento errati (se eseguiti) e copia di versamento relativo al ravvedimento di cui alla presente comunicazione.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it