Limite a 30 km/h in Circonvallazione, ordinanza firmata lo scorso aprile

Redazione

Cronaca

Limite a 30 km/h in Circonvallazione, ordinanza firmata lo scorso aprile
E’ stato il dirigente Apt a chiedere ai vigili di istituire questa velocità per la presenza di avvallamenti e imperfezioni dell’asfalto

Limite a 30 km/h in Circonvallazione, ordinanza firmata lo scorso aprile

11 Luglio 2016 - 18:32

E’ stata fatta ad aprile l’ordinanza della Polizia Municipale che istituisce il limite di velocità a 30 km/h nel tratto cittadino della Circonvallazione. In attesa dell’autovelox, che sarà montato in questi giorni (come dicevamo in questo articolo), pattuglie della Polizia Municipale stanno effettuando controlli al traffico e stazionamenti per far rallentare gli automobilisti.

Ma i monrealesi non sono molto contenti di questo provvedimento che diventerà ufficiale dopo l’applicazione della segnaletica stradale: e lo hanno detto anche attraverso i nostri canali social. Ma l’ordinanza non arriva dai Vigili, ma dal dirigente Apt Nicolò Cangemi che chiede al comando dei Vigili di istituire il limite di 30h “nelle more dell’assegnazione delle risorse finanziarie necessarie alla manutenzione e messa in sicurezza”. Insomma, fino a quando non saranno eliminati buche, pericolosi avvallamenti ed imperfezioni dall’asfalto, in Circonvallazione rimarrà il limite di 30 km/h ed i Vigili lo faranno rispettare con l’autovelox mobile.

“Dobbiamo mettere la sicurezza davanti a tutto – spiega il comandante FF Castrense Ganci – La Circonvallazione presenta tantissimi pericoli e, fino a quando il Comune non potrà intervenire, dovremmo essere noi ad impedire che succeda il peggio. Quindi meglio andare più piano che rischiare di essere coinvolti in qualche brutto incidente stradale”.

Altre notizie su monrealepress

8 commenti a “Limite a 30 km/h in Circonvallazione, ordinanza firmata lo scorso aprile”

  1. fabio ha detto:

    Forse non hanno idea cosa sia 30 km h forse a piedi questa non ě prevenzione ma fuori da ogni logica ma .vedremo

  2. onofrio ha detto:

    Che pagliacciata!!!! 30 km orari!!! ahahahahahah. La verità? battere cassa con gli autovelox! Se vi interessa l’incolumità dei cittadini mettete pattuglie fisse che facciano rallentare il traffico senza bisogno di autovelox per elevare sanzioni! I nostri portafogli vi interessano non la nostra salute, riparate la strada invece di fare queste stronzate.

    1. Francesco ha detto:

      Ottima risposta!!!

  3. Genny ha detto:

    Sistemate altre strade che sono pietose prima di pensare Alla circonvallazione…già viene difficile rispettare i 50km orari,figuriamoci i 30 mah!! fra l’altro è una delle strade con l’asfalto migliore che abbiamo perchè le altre non sono degne di essere tali,i primitivi avevano strade migliori ai tempi della pietra.

  4. Rosario Lo Cicero Madè ha detto:

    Voglio fare un giro in auto con il Comandante, mentre c’è l’autovelox installato ed in macchina con noi voglio anche il Sindaco Capizzi e l’Ass. alla PM
    Rosario Lo Cicero Madè

  5. Dario ha detto:

    Ma perché non mettere il” veicoli al passo ” sarebbe più coerente!!! Detto questo ricordo che buona parte degli incidenti avvenuti ci sono stati a causa delle attività commerciali (abusive e non) con relativo parcheggio selvaggio , dalla mancanza di un semaforo a Santa Liberata, dell’assenza d’illuminazione e soprattutto dalla distrazione dovuta ai cellulari e chi più’ ne ha più’ ne metta,solo pochissimi alla velocità per altro non sostenibile per le autovetture attaccate con lo scotch. Comunque penso che già il 50 attuale sia già eccessivo, ma io ho un’audi…

  6. Pino ha detto:

    Comunicazione di servizio , prima di tutto non correre ma andare a trenta sarà più difficile di andare a 50 nella strada di borgetto secondo avvisare con gli abbaglianti la presenza dell autovelox

  7. Zagor ha detto:

    Credo che sia molto difficile percorrere il tratto della circonvallazione all’andatura di 30 km/h. Sicuramente chi ha tirato fuori dal cilindro il coniglio, non ha mai percorso il tratto stradale. E’ già quasi impossibile percorrere a 50 km/h figuriamoci a 30. Non nascondiamoci dietro alla scusa che è per la incolumità delle persone, diciamo chiaramente che è un modo per fare cassa. Chi preposto e chi ha fatto l’ordinanza rispetterà le regole?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it