Ordine Costantiniano, a Monreale le investiture dei nuovi cavalieri

Redazione

Cronaca - La cerimonia

Ordine Costantiniano, a Monreale le investiture dei nuovi cavalieri
La solenne cerimonia è stata presieduta da monsignor Michele Pennisi

09 Settembre 2021 - 11:25

Si è tenuta nel suggestivo e splendido Duomo di Monreale l’investitura dei nuovi cavalieri e delle nuove dame dell’Ordine Costantiniano di San Giorgio della Real casa di Borbone delle Due Sicilie rappresentata dal Principe e Gran Maestro Carlo di Borbone delle Due Sicilie Duca di Castro.

La solenne cerimonia è stata presieduta da monsignor Michele Pennisi, Arcivescovo di Monreale e Priore di Sicilia dell’Ordine e si è svolta alla presenza della Principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie, Gran Prefetto Costantiniano. Alla cerimonia ha partecipato, inoltre, l’Archimandrita Ignatios Sotiriadis, dell’Arcivescovado di Atene e Segretario per il Sinodo Ortodosso della Chiesa greca, il quale da Atene è venuto appositamente a Monreale per assistere alle investiture.

Una lunga teoria di cavalieri costantiniani formata dai Cavalieri investendi, in abito scuro con il mantello al braccio sinistro, da ufficiali in divisa di gala, e da sacerdoti in abito corale, accompagnati dai cavalieri cerimonieri e dagli altri cavalieri intervenuti alla cerimonia, sulle note del Veni Creator Spiritus, suonato con uno dei più grandi e importanti organi d’Europa, magistralmente eseguito dal Maestro, ha fatto il suo ingresso nel coro seguiti Michele Pennisi, assistito dai Cappellani Don Nicola Gaglio, parroco della Cattedrale normanna, Don Antonio Cipriano, vice Priore di Sicilia, e Padre Saverio Cento.

Pennisi dopo aver benedetto l’insegna dell’Ordine, mantelli e le pergamene ha chiesto ai cavalieri, secondo il rito delle investiture cosa chiedessero, ed essi in coro hanno risposto: “chiediamo di ricevere l’investitura di cavaliere (dama) del Sacro Militare Ordine Costantiniano di S. Giogio”. I Cavalieri investendi dopo essersi recati accompagnati dal cerimoniere dinanzi all’Arcivescovo per ricevere la benedizione si sono recati innanzi alla Principessa Beatrice di Borbone delle Due Sicilie per ricevere il Diploma e quindi innanzi al Delegato Vicario Antonio di Janni per ricevere il mantello.

Questi nuovi cavalieri insigniti il cui nome veniva scandito dalla Dama Patrizia Biagi sono: Rev. Mons Pietro Pisciotta; Molto Rev. don Alessandro Di Stefano; Molto Rev. Don. Pasquale Giuliana; Molto Rev. Don. Antonio Ortoleva, Nobile Avv. Livio Corselli; Nobile Dott. Ugo Modìca de Mohac, Gen. di Brig. Maurizio Angelo Scardino; Dott. Nicola d’Aniello, Dott. Pierlorenzo Arlcidiani, Arch. Giovan Battista Maria Falcone, Dott. Giovanni Impastato; Dott. Aldo Carcaci; Dott. Tony Zarrillo; Dott. Fabio CapuanoSig. Elio Virone; Sig. Claudio Fazi; Dott. Cosimo Costa, Sig. Giuseppe Cirrincione, Sig. Pasqualino Marchesano, Sig. Giuseppe Di Gregorio. L’ARTICOLO CONTINUA DOPO LA GALLERIA

 

Successivamente sono stati letti i nomi dei Cavalieri che per benevolenza del  Principe Gran Maestro sono stati promossi tra questi: 1. Rev.mo Padre Dom Vittorio Rizzone, Abate mitrato dell’Abbazia di San Martino delle Scale, Rev. Mons Mario di Pietro, Molto Rev. Padre Saverio Cento; e i cavalieri  Antonino Amato; Claudio Ragusa; Francesco Salpietro;  Erasmo Miceli, Antonino Maria Patti,  Baldàssare Cacioppo, Matteo Bertino, Massimo Natale Putrino, Giuseppe Longo,  Giuseppe Lipari, Alessandro Balsamo.

Il Principe Carlo di Borbone delle Due Sicilie ha voluto conferire all’Archimandrita Ignatios Sotiriadis il titolo di Cavaliere Ufficiale del Real Ordine Francesco I. Questi accogliendo con grande gioia la nomina si è complimentato con la Principessa Beatrice di Borbone per le attività umanitarie che l’Ordine Costantiniano di San Giorgio svolge in tutto il mondo.

Hanno assistito alla cerimonia oltre ad alcuni cavalieri provenienti dalle delegazioni di Toscana e Campania, tra i quali il Cavaliere gran ufficiale Edoardo Puccetti ed il Cavaliere Giancarlo Rinaldi, il Delegato dell’Sovrano Ordine di Malta il Barone Vincenzo Calefati di Canalotti, la vice delegata  Baronessa Maria Calefati di Canalotti nonchè il Balivo dell’Ordine Teutonico Antonino Sala

Tra le autorità ecclesiastiche erano presenti, in rappresentanza dell’Eparchia di Piana degli Albanesi, l’archimandrita Papàs Kola Ciulla e il cancelliere Don Porfirio Traficanti. Prima della Santa Benedizione il delegato vicario ha ringraziato sia la Principessa Beatrice e l’Arcivescovo sia tutte le autorità civili, religiose e militare intervenuti. 

Terminata la cerimonia, la Principessa si è congratulata con il Maestro Intravaia e ha ringraziato l’Arcivescovo per tutto quello che fa per l’Ordine Costantiniano con la sua guida spirituale. Subito dopo  i cavalieri e le dame si sono recati presso il Circolo Ufficiali unificato di Palermo dove è seguito un pranzo di gala. Durante il pranzo il Cavaliere Edoardo Puccetti ha consegnato alla Principesa Beatrice un profumo personalizzato con lo stemma costantiniano donato dai cavalieri e dame costantiniani della Toscana. Questo dono doveva essere consegnato a fine marzo di quest’anno ma per causa Covid è stata rinviata la consegna. Il delegato vicario di Sicilia ha donato all’Archimndrita una medaglia della delegazione a ricordo della sua visita a Monreale.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it