Monsignor Mercurio Maria Teresi venerabile: guidò la Diocesi di Monreale

Redazione

Cronaca - Il Decreto autorizzato da Papa Francesco

Monsignor Mercurio Maria Teresi venerabile: guidò la Diocesi di Monreale
Si impegnò per la ricostituzione della arcidiocesi di Monreale, che nel 1775 era stata unita a Palermo

18 Marzo 2021 - 19:48

Il 17 marzo 2021 Papa Francesco ha ricevuto in Udienza il Cardinale Marcello Semeraro, Prefetto della Congregazione delle Cause dei Santi e ha ha autorizzato la Congregazione a promulgare il Decreto riguardante: le virtù eroiche del Servo di Dio Mercurio Maria Teresi, Arcivescovo di Monreale, che diventa venerabile.

Monsignor Mercurio Maria Teresi nacque il 10 ottobre 1742 a Montemaggiore Belsito nella Diocesi di Cefalù. Studiò nel Collegio Massimo dei Padri Gesuiti di Palermo. Il 21 settembre 1765 fu ordinato sacerdote a Cefalù dal vescovo Gioacchino Castelli e venne nominato direttore spirituale e professore di Teologia Morale nel Seminario Vescovile di Cefalù. Due anni dopo lasciò la Cattedra per dedicarsi alle missioni al popolo. Alla Sicilia dedicò circa quarant’anni della sua vita evangelizzando vari paesi delle diocesi di Cefalù, Messina, Catania, Siracusa, Agrigento, Mazara, Monreale, Palermo. Sebbene oberato dal lavoro apostolico, seppe valorizzare i ritagli di tempo per scrivere varie opere a carattere teologico, ascetico. Nel 1797 fu nominato Parroco di Montemaggiore Belsito per circa 5 anni.

Re Ferdinando III di Borbone e la regina Carolina lo vollero a corte come predicatore e confessore. Egli si impegnò per la ricostituzione della arcidiocesi di Monreale, che nel 1775 era stata unita a Palermo. Papa Pio VII il 12 marzo 1802, con la Bolla “Imbecillitas humanae mentis”, lo nominò arcivescovo di Monreale nel cui Duomo normanno fu consacrato il 13 giugno 1802 dopo aver ricevuto il pallio il 24 maggio dello stesso anno. Uomo caritatevole, dotto e pio nonostante la carica non alterò il suo stile di vita apostolica, continuando a prediligere i poveri. Resse con fermezza e soavità l’arcidiocesi e morì il 18 aprile 1805 a Monreale dove fu sepolto nella cappella del Santissimo Crocifisso. Il suo corpo venne traslato il 28 aprile 1926 nel suo paese natale Montemaggiore. Papa Pio XI nella bolla pontificia del 28 agosto 1926, con la quale innalzava la Cattedrale di Monreale a Basilica Minore affermò che “La fama di santità di Mercurio Maria Teresi in questi ultimi tempi si è accresciuta ed estesa dappertutto”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it