I controlli nella riserva della Ficuzza, fra armi e animali non dichiarati

Redazione

Regione - Nel monrealese

I controlli nella riserva della Ficuzza, fra armi e animali non dichiarati
Il servizio di controllo straordinario dei carabinieri del territorio nelle aree rurali ricadenti nella riserva del bosco della Ficuzza

I controlli nella riserva della Ficuzza, fra armi e animali non dichiarati

28 Gennaio 2020 - 09:43

Il servizio di controllo straordinario del territorio nelle aree rurali ricadenti nella riserva del bosco della Ficuzza, della scorsa settimana, con l’impiego di personale specializzato dello Squadrone Eliportato Cacciatori “Sicilia” e dei Carabinieri Forestali, disposto dal Comando Provinciale di Palermo ha riguardato il controllo, per gli aspetti sanitari, di 11 aziende zootecniche e agricole dei comuni di Mezzojuso, Godrano, Campofelice di Fitalia e Corleone contestando numerose violazioni amministrative, per oltre 1.500 euro, per mancanza di microchip identificativo di animali e per detenzione di animali non registrati.

Rastrellate alcune aree rurali e perquisite alcune abitazioni. In particolare, un uomo di 52anni è stato denunciato all’autorità giudiziaria poiché ritenuto responsabile dei reati di omessa denuncia armi alle autorità, trasporto armi senza la prevista autorizzazione e detenzione illegale di munizioni, in quanto nel corso della perquisizione domiciliare operata all’interno della propria azienda veniva rinvenuto, un fucile da caccia modello doppietta cal. 12 e del munizionamento calibro 16 non denunciato.

Altre notizie su monrealepress

Un commento a “I controlli nella riserva della Ficuzza, fra armi e animali non dichiarati”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it