Pioppo, il comune ordina la demolizione, ma per tribunale non c’è reato: assolto

Redazione

Cronaca - La sentenza

Pioppo, il comune ordina la demolizione, ma per tribunale non c’è reato: assolto
Una sentenza che costituisce un precedente importante in materia di violazioni urbanistiche

Pioppo, il comune ordina la demolizione, ma per tribunale non c’è reato: assolto

27 Novembre 2019 - 12:11

Una sentenza che costituisce un precedente importante in materia di violazioni urbanistiche. Il tribunale penale di Palermo ha assolto per la “live entità del fatto”, L.P. che aveva realizzato una struttura a copertura di un insediamento produttivo nel territorio di Monreale. Il funzionario del Comune su richiesta della stazione dei carabinieri di Pioppo aveva rilevato in sede di sopralluogo una struttura considerata abusiva. Il comune aveva successivamente emesso un’ordinanza di sospensione dei lavori e di demolizione. L’avvocato Salvino Caputo, con la collaborazione di Giada Caputo, aveva dimostrato con la produzione di una consulenza tecnica di parte, che si era in presenza di una struttura amovibile che non determinava un aumento di volumetria e che non rientrava tra le ipotesi di alterazione del contesto territoriale. Il tribunale ha così assolto L.P. perché il fatto è stato ritenuto di lieve entità. “Si tratta di una sentenza – ha dichiarato Salvino Caputo – estremamente importante in tema di violazioni urbanistiche”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it