Acquistare criptovalute: un affare aperto a tutti

Redazione

Dall'Italia e dal Mondo - Nuove tecnologie

Acquistare criptovalute: un affare aperto a tutti
Oggi chiunque può acquistare liberamente criptovalute, per guadagnare con questo tipo di particolari monete

Acquistare criptovalute: un affare aperto a tutti

21 Ottobre 2019 - 10:31

Oggi chiunque può acquistare liberamente criptovalute, per guadagnare con questo tipo di particolari monete. Si tratta di un’opportunità aperta a tutti, anche se non sempre chi desidererebbe approfittarne ne è a conoscenza. Oltre alla compravendita chi desidera investire in criptovalute può approfittare di alcune piattaforme di trading, che consentono di speculare con gli strumenti derivati che si basano su bitcoin o altre monete elettroniche. Per farlo è sufficiente informarsi un minimo e avere a disposizione una connessione alla rete e un qualsiasi metodo di pagamento elettronico.

Come fare in pratica

Chi vuole comprare ethereum, bitcoin o ripple oggi lo può fare comodamente da casa, senza dover utilizzare mezzi complessi o avere a disposizione enormi quantitativi di soldi. Per farlo sono infatti disponibili apposite piattaforme, che permettono di convertire i fondi disponibili in qualsiasi criptovaluta oggi esistente. Attenzione però, esistono sul mercato più di 1.000 criptovalute e non tutte le piattaforme permettono compravendite con le medesime monete. Se quindi si vogliono acquistare le più note criptovalute, come i già citati ethereum, i bitcoin o i litecoin, qualsiasi piattaforma può andare bene. Se invece si vuole comprare l’ultima criptovaluta appena nata, poco nota o addirittura quasi sconosciuta, meglio verificarne la disponibilità prima di attivare il proprio account.

Conservare le criptovalute

Una criptovaluta è una moneta elettronica, in quanto tale non esiste nella versione in moneta o in cartamoneta. Per conservarla è necessario avere a disposizione un portafogli elettronico, che solitamente viene fornito con l’account sulla piattaforma di cambio prescelta. Tale portafoglio può contenere qualsiasi criptovaluta, da conservare nel tempo, oppure da rivendere. Il guadagno sta infatti proprio qui: nella vendita della valuta non appena il suo valore è in aumento, o anche quando lo si desidera, per trasformarla in euro o in un’altra criptovaluta.

Quanto si guadagna con le criptovalute

Nel corso del 2017 queste monete elettroniche hanno avuto un boom nelle quotazioni. Alcune hanno aumentato il proprio valore di migliaia di volte come è avvenuto con bitcoin e ripple. Oggi le cose non stanno andando nel medesimo modo, ma si possono notare quotazioni costantemente altalenanti. In alcuni casi le quotazioni sono aumentate anche di più di 10 punti percentuali in un mese, altre volte l’aumento è stato molto minore, o più repentino. Non è quindi possibile indicare dei dai certi, molto dipende dalla criptovaluta che si prende in considerazione, o anche dal momento storico. Basta che si diffondano notizie confortanti sul futuro dei bitcoin perché l’aumento della loro quotazione salga vertiginosamente.

Come si chiamano le criptovalute

Bitcoin è il sistema di gestione della valuta bitcoin, questa omonimia non è però presente per tutte le criptovalute. Chi desidera acquistare una particolare moneta elettronica dovrebbe come prima cosa informarsi sul suo nome, anche perché sarà quello l’appellativo con cui la si potrà reperire sulle piattaforme di cambio. La valuta di Ethereum si chiama Ether, quella di Ripple si chiama XRP. Potremmo andare avanti ancora a lungo, ma in linea generale ogni società che ha dato vita a criptovalute le ha chiamate come meglio crede.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it