Musica Sacra, successo per il concerto d’apertura della rassegna musicale

Redazione

Cronaca - Monreale

Musica Sacra, successo per il concerto d’apertura della rassegna musicale
La manifestazione a cura della Fondazione Orchestra Sinfonica

Musica Sacra, successo per il concerto d’apertura della rassegna musicale

03 Ottobre 2019 - 09:15

Grande successo per il concerto “Messa in Re Maggiore opera 86” dell’Orchestra Sinfonica Siciliana e il coro del Teatro Massimo, che ha inaugurato nella splendida cornice del Duomo la Settimana di Musica Sacra di Monreale. La manifestazione a cura della Fondazione Orchestra Sinfonica è stata organizzata grazie al contributo dell’Assessorato Regionale al Turismo con il patrocinio dell’Arcidiocesi di Monreale e del Comune.

Alla serata inaugurale hanno preso le massime autorità civili, militari e religiose fra i quali: l’arcivescovo Michele Pennisi, il sindaco Alberto Arcidiacono, il presidente del Consiglio comunale Marco Intravaia che ricopre anche la carica di vicepresidente della Fondazione Orchestra Sinfonica, il vicepresidente della Regione Siciliana Gaetano Armao, l’assessore regionale al Turismo Manlio Messina, l’assessore al Turismo del comune di Monreale Geppino Pupella, il colonnello dei Carabinieri Luigi De Simone, il capitano Andrea Quattrocchi, il presidente della Fondazione Stefano Santoro, il sovrintendente Antonio Marcellino e il direttore Artistico Marcello Panni.

“Da oltre mezzo secolo la Settimana monrealese rappresentava una tra le più qualificate rassegne di musica sacra a livello internazionale – ha detto l’arcivescovo Pennisi – Desidero ringraziare particolarmente i promotori di questa iniziativa. La significativa importanza di questa manifestazione è dovuta non solo alla bellezza ed al valore artistico e culturale dell’offerta musicale, ma anche al luogo straordinario, unico al mondo, che è la chiesa cattedrale, basilica d’oro e di colori. La cattedrale di Monreale non costituisce uno scenario o un luogo suggestivo e commovente per l’ascolto di concerti, piuttosto, essendo luogo destinato dalla Chiesa all’incontro con Dio nella liturgia, esso, in forza di ciò, è il luogo primario della musica stessa. La messa in re maggiore op.86 di Dvorak è stata definita dallo stesso autore “opera di fede, di speranza e di amore”. In questo luogo, l’ascolto della musica, anche se non in contesto “liturgico”, aiutato dalla ricca iconografia e dall’imponente figura del Pantocratore, con la necessaria disponibilità dell’animo, suscita quello stupore e nostalgia che è porta al totalmente Altro. Mi auguro che questo appuntamento tanto atteso dagli amanti della musica, con la collaborazione di tutte le realtà interessante, possa tornare a vivere i momenti del suo passato più glorioso”.

“In questa splendida cattedrale – ha detto il sindaco Alberto Arcidiacono – questa serata ci ha dato un’emozione unica, siamo felici che la Musica Sacra sia tornata a Monreale con un programma di grande livello e ringrazio tutti coloro che hanno consentito di portare avanti questa rassegna storica e internazionale. Un grazie allo splendido pubblico che ha assistito con grande interesse e partecipazione”.

“Per quest’anno la musica sacra torna totalmente su Monreale così come ha voluto la fondazione – spiega Marco Intravaia – l’obiettivo è quello di rilanciare la stagione 2020 e ci attiveremo presso il ministero per i beni culturali e l’assessorato al turismo per la programmazione futura”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it