Palermo, Candiani su Orlando, “Si è incastrato in una cosa più grande di lui: le leggi si rispettano”

Redazione

Palermo

Palermo, Candiani su Orlando, “Si è incastrato in una cosa più grande di lui: le leggi si rispettano”

di Redazione 
Palermo, Candiani su Orlando, “Si è incastrato in una cosa più grande di lui: le leggi si rispettano”

Intercettiamo il sottosegretario agli Interni Stefano Candiani al termine della presentazione del candidato della Lega Giuseppe Romanotto alle prossime elezioni di Monreale. Un passaggio veloce con i giornalisti prima di tornare al lavoro. E non si può affrontare la questione Decreto Sicurezza e la presa di posizione del sindaco Leoluca Orlando seguito da altri suoi colleghi (anche da Piero Capizzi), che ha scelto di non applicarlo: “Orlando ha dei peccati talmente grossi sulla città che non sa più cosa inventarsi per distogliere l’attenzione su questi problemi – dice Candiani – Credo che sia rimasto incastrato in una cosa più grande di lui. Da professore costituzionalista come si definisce, sa benissimo che una legge approvata dal Parlamento va rispettata, altrimenti si mette contro le leggi dello Stato. Credo che non sia un buon esempio”.

Il sottosegretario sostiene che questo sia l’anno giusto per vedere il primo sindaco leghista in Sicilia mentre sulla questione migranti e le vicende delle navi Sea Watch e Sea Eye dice: “Noi vogliamo dare una prospettiva forte all’Italia – dice il sottosegretario – E’ evidente che se si mantiene la propria posizione, si rimane determinati su un certo tipo di idee, si rimane coerenti e si fanno gli interessi degli italiani, l’Italia ne esce molto più rafforzata. Se invece si tracchiggia, i risultati sono altri. Noi non molliamo di un centimetro. Il presidente Conte fa le sue scelte, ma ne pagherà le conseguenze”.

Poi chiusura su Libero e sul titolo fatto sui “terroni”: “Ma come si fa a fare un titolo del genere? – si chiede Candiani – Fa parte di quella strategia di oggi che un titolo gridato fa cronaca e serve ad attirare attenzione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su monrealepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it