Il Movimento 5 Stelle “pesca” a sinistra: Roberto Gambino candidato sindaco?

Raimondo Burgio

Matita di Legno

Il Movimento 5 Stelle “pesca” a sinistra: Roberto Gambino candidato sindaco?

Il Movimento 5 Stelle “pesca” a sinistra: Roberto Gambino candidato sindaco?

Anni fa il Cardinale Ravasi scriveva che “perdendo l’idea di futuro, si perde la speranza e si perde anche il desiderio di ricerca” e accostandomi a questo pensiero affermo che occorre puntare a una prospettiva di lungo termine, contro il rimpicciolirsi degli orizzonti, allungando lo sguardo a tutta la realtà che in modo complesso vive il territorio di Monreale. Allo stesso modo non posso dimenticare il lavoro, l’energia e la vitalità di Sarina Ingrassia profusa nella sua casa e poi in ciò che divenne la fucina della solidarietà nella Associazione “il Quartiere”. per lei c’era sempre un possibile dialogo tra generazioni che rappresentavano due diverse istanze temporali. Chi ha avuto la fortuna di accostarsi a questa persona può infatti raccontare di umiltà e generosità e di una predisposizione all’ascolto tra le generazioni.

Nel segno di queste attitudini certamente il progetto elaborato da “il Quartiere”, e voluto da Gianni Squadrito e Roberto Gambino, intende presentare un metodo di accompagnamento ad un fattivo intervento politico grazie ad una progettazione partecipata della gente alle azioni di cambiamento nel territorio. Per fare questo mettono insieme i principali soggetti associazionistici del territorio e cercano di ascoltare le istanze dei vari gruppi sociali in una matrice che ricorda molto l’eredità metodologica di Danilo Dolci riadattata a nostro uso e consumo e suffragata da più moderni approcci metodologici. La presentazione avvenuta ieri presso la sede del Collegio di Maria ha visto la nutrita partecipazione di tutti i soggetti e in particolare degli attivisti del movimento 5 Stelle, uno dei principali movimenti politici che (sensibili e attenti alle dinamiche del territorio) hanno fatto sì che una delle loro senatrici fosse presente per sottolineare con la sua partecipazione l’interesse al progetto.

Mi chiedo allora se stiamo assistendo alla epifania di un “vero associazionismo” oppure si sta gettando un ponte verso le elezioni amministrative? E il quesito appare legittimo e sempre più fondato, visto che c’era tra i presenti uno dei tanti personaggi che proclama dai suoi post (su fondo rosso comunista) l’inizio di una campagna elettorale per le amministrative del 2019.

Dico solo che in tempi non sospetti conobbi Don Andrea Gallo (in occasione di un dibattito a Varazze) e poi pochi mesi prima che morisse abbiamo avuto modo di sentirci. In quella occasione mi confidò della sua perplessità sull’atteggiamento di certo movimentismo “incapace di discutere con gli altri, chiuso nel proprio monologo. Il suo non è un modello dell’ascolto e della replica, è un po’ il modo dell’invettiva, un’invettiva che spesso manca di rispetto delle posizioni altrui, con un linguaggio violento e aggressivo” e pertanto io resto perplesso e titubante.

Voglio capire da cronista se la semplice presentazione del progetto “Ritorno al futuro” mi stia lanciando verso la “futura” campagna elettorale in cui c’è il “Ritorno” dell’amico Roberto Gambino a tentare la sfida per la poltrona da primo cittadino, (cosi come fece con il simbolo dei DS e Margherita) o se andiamo verso un mero laboratorio di esperienza sociale verso il quale fare convergere senza doppi fini le reali istanze del territorio.

ritorno-futuro1 ritorno-futuro2 ritorno-futuro3

3 commenti a “Il Movimento 5 Stelle “pesca” a sinistra: Roberto Gambino candidato sindaco?”

  1. simone ha detto:

    Raimondo scusa ma sei un cronista oppure un opinionista? Perché dall’articolo che hai scritto non lo capisco…
    Saluti Simone Marchese

  2. simone ha detto:

    E perché ,per esempio, non fai nessuna menzione sul fatto che, nonostante ufficialmente invitati, l’amministrazione non ha espresso nessuna rappresentanza alla presentazione? Per carità poi lungi da me dall’insegnarti il mestiere!
    Ti risaluto Simone Marchese

  3. Roberto Gambino ha detto:

    “Mi chiedo allora se stiamo assistendo alla epifania di un “vero associazionismo” oppure si sta gettando un ponte verso le elezioni amministrative?” – Caro Raimondo, perchè ostinarsi a ragionare con una logica “disgiuntiva”? E’ così difficile, finalmente, mettere in campo un approccio sinergico (secondo una logica “congiuntiva”)? Ti saluto nuovamente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Altre notizie su monrealepress

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it