Monreale, la vicenda del comandante della polizia municipale, Capizzi: “Scelto da professionalità interne”

Redazione

Cronaca

Monreale, la vicenda del comandante della polizia municipale, Capizzi: “Scelto da professionalità interne”
E sulla Curcio: "Nessun pensionamento né spostamento a nuovo incarico"

Monreale, la vicenda del comandante della polizia municipale, Capizzi: “Scelto da professionalità interne”

24 Novembre 2014 - 10:00

Riceviamo e pubblichiamo una nota del sindaco Piero Capizzi sull’articolo “Monreale, non c’è il comandante, i vigili scrivono al Prefetto“.

“In merito all’articolo pubblicato dalla vostra redazione preciso che non risponde al vero che la dottoressa Curcio è destinata al pensionamento oppure ad un cambiamento di ruolo. Compatibilmente con le risorse, entro il 31 dicembre sarà nominato il comandante della polizia municipale, preferibilmente selezionandolo da professionalità interne. Sulla Curcio, l’amministrazione comunale non può che ribadire la fiducia nella sua professionalità, una grande professionista che si è sobbracata l’onere di dirigere questo settore così delicato e che sta portando avanti con grande merito. Nelle prossime settimane gli uffici subiranno una vera rivoluzione, compresi quelli della polizia municipale.

NOTA DELLA REDAZIONE

Prendiamo atto del comunicato del sindaco. Nessuno di noi ha messo in discussione le qualità professionali ed umane della dottoressa Maria Rita Curcio. Sulla vicenda del comandante è chiaro che il sindaco deve dare una risposta e mantenere fede agli impegni presi in campagna elettorale. Da quel che ci risulta, in questo momento, dal punto di vista puramente “di titoli”, nessuno, all’interno della polizia municipale sarebbe in grado di assumere il ruolo di comandante. Dal punto di vista delle qualità umane, nessuna discussione: potrebbero farlo tutti (o quasi). La necessità di reperirlo da professionalità interne, quindi, sembra destinata alla crazione di un nuovo dirigente, con tutte le problematiche del caso che si sono verificate in questo periodo: poca competenza (solo dal punto di vista di esperienza sul campo) e nessuna forza dal punto di vista di autorità giudiziaria. Il problema della polizia municipale, però, è più complesso di quello che appare. E noi seguiamo la vicenda ormai da mesi: uffici non idonei, una sola auto (le altre 4 attendono la revisione), pochi agenti per strada. Occorre una vera e propria rivoluzione. O, per dirla alla Capizzi, “un cambio di logica”. Che noi continueremo ad attendere fiduciosi.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it