Venditori itineranti nel mirino della municipale, controlli in centro

Redazione

Cronaca

Venditori itineranti nel mirino della municipale, controlli in centro
Dovrebbero sostare solo un´ora per poi spostarsi, ma nessuno lo fa. Il vicecomandante Grippi: "Da oggi cambiano le regole"

Venditori itineranti nel mirino della municipale, controlli in centro

16 Luglio 2013 - 12:00

Vasta operazione della polizia municipale di Monreale stamattina coordinata dal vicecomandante Antonino Grippi e dal commissario capo Castrense Ganci. Agenti del comando monrealese, stamattina dalle 8,30 e fino ad oltre mezzogiorno, hanno pattugliato il territorio, soprattutto nel centro storico, alla ricerca, principalmente dei venditori itineranti e degli abusivi.

Obiettivo dei controlli, soprattutto, i cosiddetti venditori itineranti, cioè quelli che pagano regolarmente una licenza, ma che hanno l’obbligo di sostare solo un’ora in un posto prima di spostarsi di almeno 500 metri. Oggi, invece, è stato constato che la quasi totalità di questi venditori, rimane fermo in un posto per tutta la giornata, violando la legge regionale 18/95.

“Il nostro obiettivo – dice Antonino Grippi, vicecomandante della polizia municipale – non è certo quello di fare multe e basta. L’operazione di stamattina è stata fondamentale per spiegare ai commercianti che pagano una regolare licenza, quali sono i loro obblighi e perché devono rispettarli”: Stamattina, infatti, gli agenti non hanno elevato nessuna sanzione amministrativa. “Hanno chiesto anche di essere convocati presso il comando – dice Castrense Ganci – e noi saremo ben lieti di spiegare loro tutto quello che hanno il diritto ed il dovere di fare per rispettare la legge senza incorrere in sanzioni”. In questo modo, i venditori, ogni ora, avranno l’obbligo di spostarsi di almeno 500 metri, “posizionandosi dove meglio credono senza intralciare la circolazione, visto che a Monreale il Comune non ha predisposto stalli adeguati – dice Grippi -. Inoltre, così facendo, i commercianti potranno servire tutte le persone che vivono a monte ed in periferia a Monreale e che non sono serviti da nessun venditore itinerante”.

I controlli, in questo periodo, saranno quotidiani, per verificare il rispetto delle regole. “A noi piace lavorare nel silenzio – dice Grippi – con un personale praticante ridotto all’osso e con un’età media di 50 anni. Lo facciamo per il rispetto della divisa che indossiamo e per dare risposte a tutti i cittadini, e sono tanti, che si rivolgono al nostro centralino, che risponde puntualmente dalle 8 alle 20”.

“Ora passeremo alla ricerca dell’edilizia abusiva – dice Ganci –. Metteremo sottosopra interi quartieri di Monreale alla ricerca di irregolarità. Perché Monreale non è solo via Torres, via della Repubblica o la Piazza. È un territorio di 59 mila ettari e noi dobbiamo controllarlo tutto con le nostre uniche risorse”.

Durante il servizio di stamattina, sono state elevate 27 contravvenzioni per divieto di sosta e sosta in doppia fila. Inoltre sono stati sequestrati pannelli con affissioni immobiliari abusive. Molti di questi cartelli erano stati attaccati ai pali dell’energia elettrica o sui segnali stradali, violando la normativa. “Valuteremo adesso – conclude Ganci – eventuali sanzioni amministrative”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it