Cento nuovi agenti forestali in Sicilia: riapre il distaccamento di San Martino

Redazione

Cronaca - Questa mattina il giuramento del primo gruppo

Cento nuovi agenti forestali in Sicilia: riapre il distaccamento di San Martino
Un ringraziamento al governatore Musumeci è arrivato dal presidente del Consiglio comunale di Monreale Marco Intravaia

24 Agosto 2021 - 15:02

Cento nuovi agenti forestali saranno immessi in servizio in Sicilia nei prossimi mesi, questo consentirà di riaprire anche alcuni distaccamenti chiusi perchè a corto di personale, tra questi quello importantissimo di San Martino delle Scale a Monreale. Intanto questa mattina a Palazzo Orléans, alla presenza del presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci, dell’assessore al Territorio e Ambiente Toto Cordaro, del capo di gabinetto Dorotea Di Trapani e del comandante del Corpo forestale regionale Giovanni Salerno, ha prestato giuramento il primo gruppo di uomini e donne ad avere superato le verifiche di idoneità fisica, il corso di formazione e il periodo di affiancamento necessari all’immissione in servizio. Saranno tutti destinati ai distaccamenti della Forestale, consentendo di potenziare quelli che presentano carenze di uomini e anche di riaprirne alcuni rimasti sguarniti di personale.

“Oggi – ha detto il presidente Musumeci – confermiamo la grande attenzione che il governo della Regione pone verso il territorio, rendendo più solido il Corpo forestale che sembrava quasi destinato ad esaurirsi. Invece, siamo convinti che per la nostra Regione sia fondamentale essere dotata di una struttura con personale che conosca e ami la nostra Isola, che tuteli la fauna e la flora e faccia rispettare le leggi. Quando abbiamo pensato alla mobilità interna abbiamo immaginato che la risposta potesse essere lusinghiera, ma non credevamo così ampia. Abbiamo dato una nuova motivazione al nostro personale, come è giusto che sia quando si decide di indossare una divisa e svolgere un compito così importante. E mi fa particolare piacere vedere tante donne che hanno deciso di compiere questa scelta. Non ci fermiamo a questa esperienza – ha aggiunto Musumeci – ma puntiamo ai concorsi pubblici per i quali ci stiamo confrontando con il governo nazionale. Speriamo che prima della fine della legislatura si riuscirà a pubblicare i bandi e dare ai nostri giovani la possibilità di scommettersi”.

Ai 56 agenti che hanno prestato giuramento stamattina e agli altri due che giureranno nei prossimi giorni, se ne aggiungeranno altri 42 che inizieranno il corso di formazione a settembre per essere immessi in ruolo al termine del percorso formativo. Tutti i nuovi forestali sono stati selezionati attraverso un atto di interpello dell’Amministrazione regionale per reclutare al suo interno 100 unità, su una pianta organica che ne prevede complessivamente 800. Erano stati 376 i dipendenti regionali ad avere risposto all’interpello, 191 quelli ammessi alla selezione.

“I nuovi agenti che entrano in servizio – ha aggiunto l’assessore Cordaro – rappresentano nuova linfa per guardare con maggiore fiducia a una nuova stagione della prevenzione e dell’antincendio boschivo. Mesi fa ci siamo confrontati con una realtà delicata e con la complessità di svolgere i concorsi a causa della pandemia. Ma abbiamo avuto l’intuizione di inserire nuovo personale nei ranghi del Corpo forestale rivolgendoci ai dipendenti della Regione. I nuovi agenti sono motivati, competenti e formati allo spirito del Corpo. Grazie al nuovo ingresso di uomini e donne saremo in grado di riaprire ben sei distaccamenti del Corpo forestale chiusi da anni nel Palermitano: Villagrazia di Carini, San Martino, Palazzo Adriano, Montemaggiore Belsito, Caccamo e Collesano”.

“Cento nuovi agenti forestali rappresentano una risposta concreta della Regione anche nella cura delle aree verdi e nella prevenzione degli incendi. Le nuove unità sono state selezionate in seguito di un concorso regionale interno”. È quanto dichiarato il presidente del Consiglio comunale di Monreale Marco Intravaia che dà notizie di 34 unità assegnati alla provincia di Palermo, Palermo, Monreale, Piana degli Albanesi, Petralia, Palazzo Adriano, Corleone, Ficuzza, Castelbuono, Lascari, Carini, Bisacquino, Bagheria. Quattro sono le unità distaccate a San Martino delle Scale.

“É un piccolo ma concreto segnale che il Governo regionale ha voluto dare ai comuni nella lotta contro i roghi e per la salvaguardia dei territori – ha aggiunto Intravaia –. Purtroppo, al momento da Roma non è stato ancora autorizzato il concorso rivolto all’esterno, quindi la Regione, con fondi propri, ha reclutato forze al proprio interno. Le quattro unità assegnate a San Martino delle Scale sono una risposta molto importante, perché consentono di riaprire un distaccamento, chiuso ormai da anni, in una località dove gli agenti forestali sono presidio di legalità, tutela e fonte di sicurezza per i cittadini. Un supporto tangibile alle attività di prevenzione e salvaguardia, soprattutto nella provincia di Palermo. Ringrazio il presidente della Regione Nello Musumeci e l’assessore al Territorio Toto Cordaro che tanto hanno lavorato per raggiungere questo obiettivo, che è comunque una risposta importante anche in considerazione dei limiti nel reclutamento di forestali che al momento Roma impone alla Regione”.

Altre notizie su monrealepress

Un commento a “Cento nuovi agenti forestali in Sicilia: riapre il distaccamento di San Martino”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it