Buoni spesa, assistenza domiciliare ed educativa: a Piana risorse per 450 mila euro

Redazione

Regione - Servizi dedicati anche per i miniori

Buoni spesa, assistenza domiciliare ed educativa: a Piana risorse per 450 mila euro
Progetti mirati e riservati ad una particolare fascia di utenza, che ha subito un danno lavorativo a causa del Covid

Buoni spesa, assistenza domiciliare ed educativa: a Piana risorse per 450 mila euro

31 Marzo 2021 - 08:50

Buoni spesa, assistenza domiciliare, assistenza educativa domiciliare e piani personalizzati. Il comune di Piana degli Albanesi ha presentato i progetti dei servizi sociali che interessano la comunità arbereshe. Si tratta di progetti mirati e riservati ad una particolare fascia di utenza che necessita di interventi di tipo economico, socio-educativo e assistenziali, recuperando interventi bloccati da anni. Tra gli interventi di tipo economico, l’erogazione dei buoni spesa per cui è stato già pubblicato l’avviso, dedicato ai soggetti che hanno subito mutamenti o il deterioramento del proprio status lavorativo ed economico a causa dell’emergenza Covid-19. Un importo totale di poco più di 36 mila euro che la Regione siciliana ha accreditato al comune di Piana degli Albanesi.

Altra azione è quella “dell’housing sociale“, per il pagamento delle utenze domestiche e dei canoni di affitto per i residenti di Piana in difficoltà. Invece l’assistenza domiciliare (Sad) e l’assistenza educativa domiciliare (Sed) rivolgono lo sguardo al diritto alla permanenza a domicilio, con attenzione e programmazione dei servizi che garantiscono il supporto e l’assistenza presso il proprio domicilio e concrete azioni nel settore relazionale ed educativo, soprattutto dove sussista una difficoltà nello svolgere e gestire semplici attività quotidiane. Sulla linea delle azioni rivolte alla permanenza a domicilio, i “Piani Personalizzati” costituiscono progetti delineati ad hoc sulle esigenze e le richieste di soggetti affetti da disabilità, tramite la fusione di competenze professionali, sanitarie e socio-educative, delle assistenti sociali e l’Asp di Palermo. Avviato anche il progetto Centro infanzia di Piana degli Albanesi, denominato “Cresciamo Insieme”. É dedicato ai minori di età compresa fra 6 e 16 anni e persegue il duplice obiettivo di potenziare e arricchire le peculiarità del target in questione e potere considerare l’infanzia come finalità e punto di partenza per la crescita socio-educativa e lavorativa dei cittadini del domani.

“Nessuno rimanga indietro – dice il sindaco di Piana Rosario Petta – Abbiamo avviato molteplici servizi per le politiche sociali, nell’ambito comunitario, del supporto economico e dell’assistenza dedicata ai soggetti svantaggiati, dal punto di vista socio-educativo e per l’espletamento delle semplici azioni quotidiane presso il proprio domicilio e all’esterno, con interventi mirati alla prevenzione e ad attività di rieducazione e autonomia per i casi di violenza sulle donne. Un progetto, quello dei servizi sociali, che pone in primo piano la programmazione di attività di counseling e reperimento delle soluzioni, l’ascolto delle richieste e la risposta, con e per i nostri concittadini”.

“Queste alcune delle azioni e delle progettualità perseguite per un impegno di risorse di circa 450 mila euro – dice l’assessore alle politiche sociali Simona Scalia – Segni tangibili di una crescita dell’ambito dei servizi sociali di Piana degli Albanesi, votata a delineare una vera e propria carta dei servizi attraverso la quale ogni utente potrà reperire il servizio e l’ausilio più idoneo alle proprie esigenze. La sinergia e la condivisione di medesime finalità, create con gli uffici preposti per il benessere della nostra comunità, ci esortano a spingerci e avanzare univocamente verso la concezione dei servizi sociali come essenziale risorsa per potere conoscere e coadiuvare la vita, le esigenze e la storia dei nostri concittadini che ci rivolgono giuste e reali richieste”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it