Assenteismo e droga in Orchestra Sinfonica Siciliana: 47 misure cautelari

Redazione

Palermo - L'operazione della Digos

Assenteismo e droga in Orchestra Sinfonica Siciliana: 47 misure cautelari
In particolare i provvedimenti coinvolgono 30 lavoratori ex Pip e 16 dipendenti della Fondazione

Assenteismo e droga in Orchestra Sinfonica Siciliana: 47 misure cautelari

02 Novembre 2020 - 12:45

Maxi truffa ad opera dei dipendenti della Fondazione Orchestra sinfonica siciliana, accusati di assenteismo e in alcuni casi anche di consumo di droga nei locali del Teatro Politeama. La Digos di Palermo, a conclusione di indagini coordinate dalla procura, ha eseguito la misura cautelare dell’obbligo di presentazione presso gli uffici di polizia giudiziaria, emessa dal gip per truffa aggravata in concorso, nei confronti di 47 persone ai danni della Regione Siciliana.

Gli indagati, viene spiegato, sono collegati a vario titolo con la Fondazione Orchestra sinfonica siciliana. In particolare i provvedimenti coinvolgono 30 lavoratori ex Pip appartenenti al bacino dei precari di Emergenza Palermo, assegnati dal Dipartimento regionale del Lavoro a disposizione della Fondazione, con mansioni di pulizia, manovalanza, giardinaggio, servizio di maschera in sala, centralino e portineria. La misura, inoltre, è estesa a 16 dipendenti della Fondazione Orchestra sinfonica siciliana, dell’area amministrativa, tecnica e alla direzione artistica, e nei confronti del figlio di un dipendente della fondazione, per beggiatura fraudolenta a favore del genitore.

“La gravità dei fatti accertati e la loro reiterazione nel tempo ha consentito di cristallizzare un quadro di marcata e diffusa illegalità, posta in essere attraverso allontanamenti di diverse ore dal luogo di lavoro con l’obiettivo di svolgere faccende di carattere strettamente personale”. A dirlo sono gli investigatori della Polizia che hanno dato esecuzione alla misura cautelare.

Altre notizie su monrealepress

2 commenti a “Assenteismo e droga in Orchestra Sinfonica Siciliana: 47 misure cautelari”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it