Scatola nera, una soluzione intelligente per tagliare i costi dell’RC auto

Redazione

Dall'Italia e dal Mondo - Auto

Scatola nera, una soluzione intelligente per tagliare i costi dell’RC auto
La soluzione sempre più gettonata soprattutto al Sud, poiché taglia in modo considerevole i costi dell'RC auto

Scatola nera, una soluzione intelligente per tagliare i costi dell’RC auto

31 Ottobre 2020 - 08:42

La scatola nera è una soluzione sempre più gettonata tra gli automobilisti, soprattutto al Sud, poiché taglia in modo considerevole i costi dell’RC auto. Si stima che negli ultimi 4 anni, con l’installazione della black box, il premio medio sia calato del 35,8%, con punte superiori addirittura al 100% nel Mezzogiorno.

Questa soluzione è incentivata dalle stesse compagnie, che possono tutelarsi maggiormente da truffe e frodi assicurative. Gli automobilisti possono accedere a prezzi più bassi, quindi è una situazione dove ne beneficiano tutti. La scatola nera fondamentalmente raccoglie i dati sulle abitudini di guida di un assicurato, e all’occorrenza è in grado di ricostruire il percorso effettuato e la dinamica di un incidente. Vengono quindi premiati gli automobilisti virtuosi ed onesti, che pagano un’RC auto molto contenuta.

La privacy è al sicuro, poiché i dati raccolti non vengono utilizzati in modo indiscriminato, ma sono attentamente regolamentati. Le informazioni possono essere usate solo in determinati casi, come appunto un incidente stradale, e per un periodo limitato, dopodiché devono essere cancellate per legge.

Le polizze auto che comprendono la black box in Italia rappresentano il 23,4% del totale, con picchi di diffusione in Campania, Puglia, Calabria e Sicilia. A Napoli e Caserta, due delle province con le tariffe più alte, i contratti che comprendono questo dispositivo sono addirittura il 60%. Si è quindi verificato un importante assottigliamento del divario dei costi tra le province italiane più economiche e quelle più care. Tra Napoli ed Aosta fino a 5 anni fa il divario era di 370 euro (675 euro contro 305 euro). Nell’ultimo trimestre del 2019 invece lo scarto è sceso a 304 euro (607 euro contro 303 euro).

La differenza è ancora molto alta, ma inferiore rispetto a qualche anno fa. La scatola nera ha il merito principale di questa contrazione dei prezzi. Tra le assicurazioni online che hanno fatto registrare una notevole richiesta di contratti comprensivi della scatola nera, c’è Genertel. La compagnia mette a disposizione dei suoi clienti un preventivatore facile da usare, che fornisce un preventivo chiaro e trasparente. All’occorrenza i clienti possono avvalersi di un valido servizio di assistenza, pronto a fornire consulenza e supporto in caso di necessità.

La scatola nera, oltre a rappresentare un valido alleato sia per le compagnie che per gli assicurati, fornisce importanti vantaggi in caso di incidente, guasto, oppure furto del veicolo. La black box, infatti, funge anche da geolocalizzatore, quindi in caso di sinistro o auto in panne l’assicurato può contattare il servizio soccorso che interviene prontamente. Anche in caso di furto è facile localizzare immediatamente il veicolo e contattare subito le forze dell’ordine per un rapido intervento.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it