Sigaretta elettronica VS Sigaretta tradizionale: due mondi a confronto

Redazione

Rubriche - I danni del fumo

Sigaretta elettronica VS Sigaretta tradizionale: due mondi a confronto
I dubbi, le discussioni, relativi al fatto che la sigaretta elettronica possa o meno far male sono una costante

Sigaretta elettronica VS Sigaretta tradizionale: due mondi a confronto

23 Ottobre 2020 - 08:45

I dubbi, le discussioni, i dibattiti relativi al fatto che la sigaretta elettronica possa o meno far male sono una costante da quando questo nuovo prodotto è arrivato sul mercato. Dubbi che a volte vanno a colpire i l contenuto dei liquidi di vaporizzazione.

Ma se per quanto riguarda le e-cig stiamo parlando ancora di dubbi, per quanto riguarda la sigaretta tradizionale gli esperti sono tutti concordi nel considerarla un prodotto estremamente nocivo e pericoloso.

Andiamo perciò subito a vedere i pro e i contro che si vengono a creare quando accostiamo le sigarette elettroniche alle sigarette “vecchio stampo”, e come queste vengono commercializzate e vendute. Se invece siete interessati ai liquidi da vaporizzazione, potete trovare i migliori aromi per sigaretta elettronica su Terpy.

Danni alla salute della sigaretta tradizionale

Come già accennato in precedenza, tutta la comunità scientifica è unita nell’affermare che il fumare sigarette tradizionali è un’attività estremamente nociva in grado di danneggiare pesantemente sia noi che le persone che ci stanno intorno.

A oggi, tra i danni maggiori provocati dal fumo di sigaretta si annoverano:

  • Danni del fumo sulla gravidanza: una donna incinta che fuma o decide di continuare a fumare, aumenta drasticamente il rischio di aborti spontanei e di partorire neonati sotto peso, oltre al causare un ritardo nello sviluppo mentale del feto e della crescita di quest’ultimo. Inoltre è accertato che non solo la nicotina riesce a passare attraverso la placenta, facendo nascere bambini in astinenza da questa sostanza, ma anche tutta una serie di sostanze cancerogene.
  • Danni del fumo sulla fertilità: il fumo influisce negativamente sulla fertilità di uomini e donne, provocando una caduta del 40% nella possibilità di fecondazione dell’uovo. Negli uomini, invece, provoca una riduzione drastica della densità dello sperma e della mobilità degli spermatozoi contenuti al suo interno, oltre poi ad avere un ruolo nella comparsa della disfunzione erettile.
  • Aumentato rischio di insorgenza tumorale: gli agenti tumorali presenti nel fumo di sigaretta aumenta le possibilità di insorgenza tumorale e quindi la comparsa di tumori del pancreas, del cavo orale e della gola, della vescica, del rene, dell’esofago, del seno.
  • Danni del fumo generalizzati all’apparato respiratorio

Questi sono alcuni dei maggior danni che si riscontrano nei fumatori, danni che, per l’inciso, non ritroviamo nelle sigarette elettroniche poiché queste mancano della combustione.

Danni alla salute della sigaretta elettronica

Al momento, i maggiori dubbi riguardanti ai presunti danni alla salute provocati dalla sigaretta elettronica sono relativi ai danni al lungo termine di queste ultime, poiché essendo un prodotto entrato in commercio da veramente pochi anni, non è possibile osservarne gli effetti a lungo termine.

Secondo l’AIRC, diversi studi hanno constatato la presenza di varie sostanze che possono rivelarsi potenzialmente dannose per l’uomo. Tra questi si annoverano il glicole propilenico, materiale usato già da tempo nei fumogeni utilizzati nel campo del cinema o come effetti speciali nei concerti, che però è considerato in linea di massima sicuro. Ciò nonostante, alcuni studi hanno provato che l’inalazione prolungata di queste sostante può dare origine a irritazioni che interessano le vie aeree, a tosse e, in casi veramente rari, anche asma e riniti.

Inoltre, il riscaldamento della suddetta sostanza e della glicerina possono produrre formaldeide e acetaldeide, le quali se prese in dosi più elevate di quelle riscontrabili in una singola e-cig, vengono generalmente considerati dall’effetto cancerogeno e per questo sono inseriti nel gruppo 1 delle sostanze cancerogene dello IARC.

I benefici della sigaretta elettronica rapportati ai danni delle sigarette tradizionali

Buona parte dei benefici dati dalla sigaretta elettronica una volta messa a confronto col consumo di sigarette “canoniche”, è dato dall’assenza di combustione durante il cosiddetto “svapo”.

La mancanza di compunzione infatti comporta una diminuita irritazione del tessuto polmonare durante lo svaporare, poiché la base dei liquidi di questa attività sono di tipo acquoso, ragion per cui la maggior parte dei vapori scaturiti dalla e-cigarette saranno, a conti fatti, vapore acqueo.

Questo pare sia anche il motivo per cui diversi fumatori incalliti di sigarette tradizionali hanno affermato di aver notato un incremento nella produzione di muchi durante la fase iniziale del passaggio da sigaretta di tabacco a sigaretta elettronica. La presenza di questi muchi sta ad indicare una ripulitura, aiutata anche dal vapore, delle vie respiratorie, tant’è che questo “passaggio di testimone” tra sigarette ha fatto registrare un incremento della salute polmonare che arriva fino al 75%.

Un tale incremento può sicuramente aiutare in un altro dei maggiori problemi legati al fumo di sigaretta, e cioè la ridotta capacità respiratoria ai quasi si va incontro quando si percorre la strada del fumo e che pregiudica, ad esempio, le prestazioni fisiche e sportive dell’individuo fumatore.

Oltre alle vie respiratorie, poi, a giovarne sono anche i recettori dell’olfatto e del gusto. È cosa nota infatti che i fumatori di vecchia data hanno una sensazione del gusto e dell’olfatto decisamente ridotta se confrontata a quella dei non-fumatori, eppure, questi sensi vengono recuperati una volta smesso e passati definitivamente alle sigarette elettroniche.

Libertà data dalla sigaretta elettronica in rapporto ai divieti imposti sulle sigarette tradizionali

Un aspetto pratico e utile nella vita di tutti i giorni è dato dalla libertà concessa nello svaporare al posto di fumare.

Grazie allo svapo infatti, potremo continuare la gestualità legata al fumo, fattore psicologico non banale, anche quando avremo smesso definitivamente con il fumo di sigaretta, mantenendo questa “abitudine” cara a molti. Ma non è finita qui.

Essendo il “fumo” della sigaretta elettronica del “semplice” vapore, le leggi restrittive riguardanti il fumo delle sigarette non vengono applicate allo svapo. Ciò significa che, salvo restrizioni specifiche da parte di privati o autorità locali, per la legge potete “fumare” con la sigaretta elettronica quando vi pare e piace.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it