BOMBA ECOLOGICA

Giorgio Vaiana

Cronaca - Monreale

BOMBA ECOLOGICA
Discariche abusive con materiale pericoloso sulla Sp20

BOMBA ECOLOGICA

26 Giugno 2019 - 09:13

C’è una “bomba ecologica” pronta a scoppiare a Monreale. I ritardi nella raccolta dei rifiuti stanno creando gravissimi disservizi a Monreale. Una situazione, ai limiti dell’emergenza igienico-sanitaria che non si vedevano nel comune normanno da tanto tempo. La Mirto, che si occupa a Monreale della raccolta dei rifiuti, fa quel che può. Ma i centri di raccolta sono stracolmi (leggi questo articolo). Non si può (ancora) scaricare in discarica. Il risultato è che ci sono tonnellate di rifiuti sparsi per tutto il territorio. Da Aquino a via Linea Ferrata, fino alle periferie (leggi questo aticolo).

Ma c’è di più. C’è una situazione gravissima nella zona della SP 20, la strada che collega Giacalone con San Giuseppe Jato, nella zona di Poggio San Franceco. Qui, oltre alla discarica che si è formata di nuovo (leggi questo articolo), si trovano alcune discariche abusive che si trovano lì da mesi. C’è davvero di tutto: da vecchi mobili ad elettrodomestici, passando per copertoni e materiali edili. E una catasta del pericolosissimo e cancerogeno amianto. Sono almeno tre le discariche che si sono formate. E queste discariche sono state, nottetempo, date alle fiamme, con risvolti negativi anche per l’ambiente. “Siamo stanchi di vedere il nostro territorio ridotto in questo stato – dice un signore che lavora nei pressi della cava che si trova da queste parti – Ci sono materiali pericolosi e credo sia giunto il momento di intervenire per bon ificare l’area una volta e per tutte”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it