“Luoghi del cuore Fai”, il fiume Oreto al primo posto nella classifica provvisoria

Redazione

Cronaca

“Luoghi del cuore Fai”, il fiume Oreto al primo posto nella classifica provvisoria

“Luoghi del cuore Fai”, il fiume Oreto al primo posto nella classifica provvisoria
02 Dicembre 2018 - 10:32

Il 30 novembre scorso si è conclusa la nona edizione de “I luoghi del cuore Fai”, il censimento nazionale dei luoghi italiani da non dimenticare, promosso dal Fondo Ambiente Italiano in collaborazione con Intesa Sanpaolo. Gli italiani hanno potuto votare i luoghi che famosi o sconosciuti, raccontano la storia di ognuno di noi, ma che versano in uno stato di degrado o di abbandono. Lanciato per la prima volta nel 2003, quella del 2018 è la nona edizione del censimento Fai. Fino al 2016, sono stati raccolti oltre 5 milioni di voti (oltre 1,5 milioni all’edizione 2016), e fino a oggi sono stati finanziati progetti a favore di 92 luoghi d’arte e di natura in 17 regioni.

La classifica provvisoria, e cioè quella che arriva dai voti tramite il sito ufficiale del Fai, vede al momento al primo posto il fiume Oreto con 58.281 voti. Chiamato in epoca araba Wadi al-Abbas, è il fiume che scorre nella Valle dell’Oreto e con un bacino che si estende nei territori dei comuni di Altofonte, Monreale e Palermo. Lungo circa 20 chilometri, ha la sorgente a sud di Palermo, nella cosiddetta Conca d’Oro, lungo la dorsale del Monte Matassaro Renna; da qui in poi scorre verso la periferia sud del capoluogo siciliano per andare a sfociare nel Mar Tirreno. La foce è visibile dal ponte del lungomare Sant’Erasmo.

Al secondo posto l’Antico Stabilimento Termale di Porretta Terme, in provincia di Bologna, con 47.735 voti. Subito dietro chiude il podio dei luoghi più votati Monte Pisano, in provincia di Pisa, con 46.649 voti. Un risultato notevole per il nostro fiume Oreto che stacca di oltre 10 mila voti il secondo classificato. Adesso si dovrà attendere febbraio 2019, quando il Fai annuncerà la classifica ufficiale, che comprende anche i voti espressi tramite i banchetti allestiti dai Comitati nelle piazze di tutta Italia, con le firme dei cittadini.

Il Fai dopo l’annuncio dei risultati definitivi, invierà ai Sindaci competenti la notizia dell’avvenuta votazione, affinchè conoscano il vivo interesse dei cittadini nei confronti dei beni del loro territorio. Il Fai si impegna a intervenire su alcuni dei luoghi più votati, attivandosi per sostenere sul territorio azioni di recupero, tutela e valorizzazione, anche con la possibile erogazione di contributi. In particolare il Fai interverrà a favore dei tre luoghi maggiormente votati, con dei progetti specifici, che dovranno essere presentati entro sei mesi dall’annuncio della classifica. I contributi previsti sono: 50 mila euro per il primo classificato; 40 mila euro per il secondo classificato; 30 mila euro per il terzo classificato. Ai luoghi che hanno ricevuto oltre 50 mila voti sarà invece devoluto un contributo di 5 mila euro. Il luogo che risulterà il più votato nelle filiali di Intesa Sanpaolo riceverà un contributo di 5 mila euro al raggiungimento di almeno 2 mila voti.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it