“Cimitero degli orrori”, ipotesi di abusivismo: a rischio demolizione 150 tombe

Redazione

Cronaca

“Cimitero degli orrori”, ipotesi di abusivismo: a rischio demolizione 150 tombe

“Cimitero degli orrori”, ipotesi di abusivismo: a rischio demolizione 150 tombe
02 Luglio 2018 - 13:55

Non si fermano le indagini sul “Cimitero degli orrori” scoperto dai Carabinieri di Monreale a San Martino delle Scale. La prima tranche dell’operazione ha portato all’arresto di 5 persone, responsabili, a vario titolo e secondo l’accusa di vilipendio, occultamento di cadaveri e truffa. Gli uomini arrestati avrebbero rimosso dalle tombe i defunti, occultandoli tra le intercapedini dei muri o seppellendoli con laterizi, per ricavare nuovi spazi e rivenderli ad ignari acquirenti. Le indagini, però, si stanno concentrando anche su altri aspetti. E sarebbero altre sette le persone indagate. Gli investigatori, infatti, vogliono far luce su 4 costruzioni di loculi che, secondo le prime indiscrezioni, sarebbero abusive. Non risulterebbero, infatti, in alcune foto di circa 15 anni fa. Il comune di Monreale sta collaborando alle indagini agevolando la messa a disposizione dei documenti del cimitero. Ma le prime impressioni rivelano che queste strutture, che contengono oltre 150 tombe, sono state realizzate in maniera del tutto abusiva. Risalta agli occhi infatti come queste siano addossate a pareti esistenti prima e che non rispettano le misure standard. Un altro triste capitolo si aggiunge a questa vicenda che ha sconvolto la comunità di San Martino delle Scale.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it