Anche la Veneziano alla presentazione del libro “Io non c’ero” sulle stragi mafiose

Redazione

Cronaca

Anche la Veneziano alla presentazione del libro “Io non c’ero” sulle stragi mafiose

Anche la Veneziano alla presentazione del libro “Io non c’ero” sulle stragi mafiose
13 Marzo 2018 - 18:20

Sono arrivati per primi e ad accoglierli hanno trovato il vice presidente del Parlamento della Legalità Internazionale Salvatore Sardisico. Sono gli studenti dell’Istituto Comprensivo Antonio Veneziano di Monreale con la dirigente scolastico Beatrice Moneti e Francesca Panno. Studenti con il mano il libro “Io Non C’ero” scritto da Nicolò Mannino e il giornalista della Rai Pino Nazio, con la collaborazione di Salvatore Sardisco che ha voluto tracciare la storia sanguinante dalla strage di Portella sino agli attentati del 1992.

La sala consiliare di Palazzo delle Aquile si riempie presto. Arrivano studenti da Cerda, Bagheria, San Giuseppe Jato, San Cipirello, dal Convitto Nazionale “Giovanni Falcone” e i giovani del Parlamento della Legalità Internazionale e Multietnico del Ferrara. Protagonisti i giovani, solo loro senza politici che trovano posto nell’Aula in cui alle pareti ci sono i nomi di Pio la Torre, Libero Grassi e quello del magistrato Antonino Caponnetto che in casa Parlamento della Legalità Internazionale ne è stato primo Presidente Onorario. Gli studenti presentano il libro e dicono a chiare lettere un “No” alla mafia, ai suoi carnefici e invocano un mondo più umano, più vero e ricco di valori forti come la pace, la giustizia e la fratellanza tra i popoli. Salvatore Sardisco da la parola a ogni studente e poi precisa: “Non dobbiamo azzerare le speranze dei nostri studenti, dei nostri figli. Loro sono il presente che invoca verità e giustizia”. Chiude i lavori Nicolò Mannino: “La violenza chiama morte e vendetta. Oggi da Palermo parte una sfida culturale che abbraccia l’intero Paese per dire a tutti che tanti uomini e donne siciliane hanno amato questa terra sino al dono di se”.

L’Arcivescovo di Monreale Michele Pennisi ha fatto pervenire un messaggio consegnato a tutti i presenti ribadendo “affetto e stima al Parlamento della Legalità Internazionale” invitando i giovani a divenire Sentinelle di un’alba nuova. Nei prossimi mesi tanti studenti si recheranno a Monreale in visita alla sede di Presidenza del Parlamento della Legalità Internazionale in occasione del primo anniversario della sua inaugurazione in via Venero, 3.

parlamento-legalita1 parlamento-legalita2

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it