Al Cus Palermo il più grande progetto europeo sullo sport in Italia

Redazione

Palermo

Al Cus Palermo il più grande progetto europeo sullo sport in Italia

Al Cus Palermo il più grande progetto europeo sullo sport in Italia
25 Febbraio 2017 - 11:30

Giornata intensa per il Cus Palermo, che ha ospitato lo Staff ESA e presentato il progetto KickOff, il più grande progetto finanziato dall’Unione Europea in Italia sul rapporto tra bambini e sport. Il gruppo al completo dei partner internazionali ha fatto visita al Centro Universitario Sportivo. E’ stato il presidente Cus Palermo, Rosolino Siculiana, a fare gli onori di casa, guidando docenti e tecnici degli istituti europei coinvolti nel progetto. Dal Palazzetto, passando per la piscina, la pista di atletica, il campo di calcio, quelli di tennis e calcio a 5 la spedizione internazionale ha scoperto da vicino la struttura di via Altofonte 80, vera e propria oasi d’eccellenza nel panorama dell’impiantistica sportiva palermitana.

Il progetto parte dal presupposto che uno stile di vita sedentario sia attualmente diffuso nei bambini e nei giovani. In questo contesto i paesi europei hanno una crescente preoccupazione per i bassi livelli di impegno nello Sport e altre attività fisiche tra la popolazione giovane. Da queste basi nasce ESA. Lo scopo è quello di creare un programma di attività sportiva per i giovani dai 6 ai 14 anni, specifica in base alle loro esigenze. Queste emergeranno da un attento studio dei fattori che influiscono sulle modalità con i quali i giovanissimi entrano in contatto con lo Sport (o si allontanano da esso): la famiglia con il suo stile di vita e le sue credenze, il contesto sociale nel quale il ragazzo cresce, le caratteristiche prettamente fisiche e psicologiche dei giovani, anche in relazione ai loro paesi d’origine. Si cercherà, attraverso quattro fasi di lavoro (Screening iniziale rivolto a bambini e genitori, Programmi Sportivi Arricchiti per i bambini, Focus Group e programmi di Parent Training per i genitori, diffusione dei dati/applicazione di essi nella programmazione dell’attività sportiva), di creare uno studio approfondito, che trovi la sua traduzione pratica in un piano specifico di diffusione dello Sport tra i più giovani.

Nel pomeriggio la Sala delle Capriate dello Steri ha ospitato la conferenza di presentazione, partita con l’intervento del Magnifico Rettore dell’Università degli Studi di Palermo, Fabrizio Micari. La palla è subito passata a Rosolino Siculiana, che ha ribadito il grande orgoglio di poter coordinare un progetto così prestigioso, che ha condotto studiosi, docenti e tecnici di caratura internazionale a Palermo, grazie alla società giallorossonera.

Guidato da Rosario Genchi, Project Manager Cus Palermo, il dibattito è filato spedito, con gli interventi in successione di Cleo Li Calzi, Giuseppe Gini ed alcuni tra i docenti di spicco dell’ateneo palermitano: Annamaria Pepi, Antonio Palma e Stefano Boca. La loro guida esperta ha permesso a Marianna Alesi ed Antonino Bianco, in team con Rosario Genchi, di trasformare l’idea Esa in questa meravigliosa realtà. Gestito con esperienza da Musa Kirkar, presidente Ceipes e Project Manager, il saluto dei partner ha rappresentato il momento conclusivo di una due giorni da ricordare. Un KickOff che ha dimostrato che a Palermo si possono tradurre in fatti idee meravigliose e progetti ambiziosi. Ed il Cus Palermo è fiero, ancora una volta, di poter affermare di essere un esempio di gestione, impiantistica ed organizzativa, per questa città.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it