Palermo, gli rubano la bici, la ritrova su internet: arrestato un giovane per ricettazione

Redazione

Palermo

Palermo, gli rubano la bici, la ritrova su internet: arrestato un giovane per ricettazione
Il proprietario l'ha scovata su un noto sito di annunci di vendita

Palermo, gli rubano la bici, la ritrova su internet: arrestato un giovane per ricettazione

18 Gennaio 2016 - 00:00

I Carabinieri della Stazione di Olivuzza hanno deferito in stato di libertà con l’accusa diricettazione G.C., classe 1992, incensurato, studente universitario di Palermo. L’intervento è scaturito a seguito della denuncia di un appassionato di ciclismo che riferiva ai militari della Stazione di essere stato vittima, qualche giorno prima, del furto della sua bicicletta storica da corsa, asportatagli dal pianerottolo della propria abitazione. Il valore commerciale della bici ammontava a 600 euro oltre l’inestimabile valore affettivo. Il denunciante, però, piuttosto che rassegnarsi, iniziava a cercare sul web la sua bicicletta, fino al momento di riconoscerla in un annuncio pubblicato da tale “Giuseppe” su un di un noto sito si compravendita online,rintracciabile su un’utenza telefonica mobile. A questo punto, dopo aver esser risaliti all’identità del giovane, i militari contattavano l’inserzionista fingendosi interessati all’affare, ottenendo perfino uno sconto di 50 euro sui 299 euro richiesti nell’annuncio e fissavano un incontro con lui. Nella stessa mattinata all’appuntamento il giovane si presentava in sella alla bicicletta, peccato per lui, che ad attenderlo ci fossero i Carabinieri in abiti civili che lo fermavano e lo accompagnavano in caserma. La bicicletta, dopo il riconoscimento, veniva restituita al legittimo proprietario che ringraziava l’Arma per il fruttuoso impegno. Il giovane, invece, risponderà di ricettazione innanzi la Procura della Repubblica di Palermo.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it