Materiale pericoloso nel camion, sequestro al porto

Redazione

Palermo

Materiale pericoloso nel camion, sequestro al porto
La guardia di finanza ed i doganieri hanno scoperto il trasporto illecito di accendini, gas infiammabile ed inchiostro da stampa

Materiale pericoloso nel camion, sequestro al porto

18 Gennaio 2016 - 00:00

La Guardia di Finanza di Palermo, in servizio di vigilanza all’interno del porto per la prevenzione e la repressione dei traffici illeciti, unitamente ai funzionari dell’Agenzia delle Dogane ed a militari della locale Capitaneria di Porto, durante i controlli sottobordo alle motonavi provenienti da porti nazionali, hanno sequestrato un ingente carico di  merce pericolosa e materiale altamente infiammabile. Più in dettaglio, i militari ed i doganieri durante il controllo di un semirimorchio sbarcato da una motonave proveniente da Genova, procedendo al riscontro tra i documenti di trasporto e la merce, scorgevano, all’interno del carico, la presenza di 5 colli contenenti inchiostro da stampa, per un totale di 4.900 chili, nonché di altri 27 colli contenenti accendini e ricariche per accendini contenenti gas infiammabile, per un totale di 275 chili. I finanzieri e gli altri operatori, dal controllo delle polizze di carico esibite dal conducente del mezzo, avevano modo di appurare che la merce infiammabile era stata genericamente dichiarata al momento dell’imbarco come collettame. Tutta la merce controllata, per le proprie caratteristiche organolettiche,  in quanto classificata come “merce pericolosa” perché contenente componenti ad alta infiammabilità, è stata sequestrata ed il trasportatore della provincia di Catania denunciato a piede libero alla Procura della Repubblica di Palermo per l’ipotesi delittuosa di attentato alla sicurezza del trasporto, nonché per imbarco abusivo o clandestino di armi o esplosivi e inosservanza di norme sulla sicurezza della navigazione. La falsità delle comunicazioni relative al materiale trasportato non aveva permesso alla società di navigazione di porre in essere tutte quelle prescrizioni (stoccaggio, comunicazioni alle autorità territoriali competenti) utili alla sicurezza del trasporto marittimo.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it