Cena “anti-racket” nel locale che ha detto “NO” al pizzo

Annalisa Ferrante

Uncategorized

Cena “anti-racket” nel locale che ha detto “NO” al pizzo

Cena “anti-racket” nel locale che ha detto “NO” al pizzo
18 Gennaio 2016 - 00:00

“Stare vicini a chi denuncia è un dovere di tutti i cittadini e in questo caso sarà anche un piacere”. Una cena di solidarietà che si terrà stasera al ristorante Quetzal, al Belvedere. Un evento di consumo critico antiracket organizzato da LiberoFuturo e Libera, a sostegno di uno degli imprenditori che ha detto “no” alle richieste di “pizzo” ed ha avuto il coraggio di denunciare e di costituirsi parte civile. Si tratta della prima volta a Castellammare. “Per aiutarlo a resistere, però, serve la solidarietà di tutti i cittadini”. Per questo  LiberoFuturo ha organizzato l’evento a base di antipasti rustici, pizza, vino e bibite (10 euro) . “La “CenAntiracket” è la prima di una serie di iniziative che verranno realizzate all’interno di altri esercizi commerciali al fine di incrementare la presenza solidale e di prevenire quei fenomeni di isolamento che troppo spesso si verificano con grave danno per il singolo imprenditore ma anche per tutte quelle realtà attive nella lotta alle mafie”.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it