Crollo viadotto sulla A19: i tecnici dell’Anas sul posto per i sopralluoghi

Redazione

Regione

Crollo viadotto sulla A19: i tecnici dell’Anas sul posto per i sopralluoghi
Sicilia spaccata in due. La regione chiede lo stato di emergenza al Governo

Crollo viadotto sulla A19: i tecnici dell’Anas sul posto per i sopralluoghi

11 Aprile 2015 - 15:00

Da questa mattina i tecnici dell’Anas e la protezione civile, stanno effettuando i sopralluoghi sul viadotto crollato sulla A19. Si stanno valutando in primis i danni per discutere di una possibile riapertura di una delle due carreggiate, se non sono state pregiudicate le condizioni di sicurezza.

Il crollo ha praticamente diviso in due la Sicilia e, l’assessore regionale alle infrastutture Giovanni Pizzo, ha chiesto lo stato di emergenza al Governo, ed è presente sul posto con il professore Giovanni Tesoriere dell’università Kore di Enna e con gli amministratori di Caltavuturo.

La frana ha coinvolto – spiegano dall’Anas – almeno tre pile del viadotto Himera, una delle quali si è inclinata causando il crollo della carreggiata. Il fenomeno, potrebbe non essersi esaurito, per questo l’Anas ha predisposto un sistema di monitoraggio per valutare se la carreggiata adiacente, quella in direzione Palermo, sia interessata dal fenomeno, anche se al momento non lo sembra.

Per affrontare l’emergenza in cui è precipitata la viabilità siciliana è stato convocato un vertice alla Prefettura di Palermo, con l’assessore alle infrastrutture Giovanni Pizzo, l’Anas e la Protezione Civile. L’incontro è previsto per le 15.30. Purtroppo le indiscrezioni che circolano da ieri sera sono tutt’altro che rassicuranti: l’autostrada potrebbe rimanere chiusa per anni.

Intanto lunedì verrà riaperta la S.S. 643 Polizzi – Scillato, una nuova alternativa per il traffico veicolare che attraversa la A19. I percorsi alternativi indicati al momento sono: per i mezzi leggeri in direzione Catania, è stata istituita l’uscita obbligatoria a Buonfornello, proseguendo sulla strada statale 120 fino a Tremonzelli, mentre per i mezzi pesanti è stato indicato un percorso alternativo tramite l’autostrada A20, in direzione Messina. I veicoli diretti a Palermo, invece, dovranno utilizzare necessariamente l’uscita di Tremonzelli.

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it