I disturbi del sonno: 1 italiano su 4 soffre di insonnia. I rimedi per contrastarla

Federica La Scala

Rubriche

I disturbi del sonno: 1 italiano su 4 soffre di insonnia. I rimedi per contrastarla
Disturbi che possono incidere sulla vita professionale e su quella privata

I disturbi del sonno: 1 italiano su 4 soffre di insonnia. I rimedi per contrastarla

11 Novembre 2014 - 12:30

“Il sonno è una divinità capricciosa e proprio quando lo si invoca, si fa aspettare.” Scriveva così Alexandre Dumas padre e mai più vera e reale risulta essere questa frase quando parliamo del sonno, quell’atteso momento quotidiano in cui le nostre attività cerebrali dovrebbero, almeno coscientemente, andare in “stand by” e noi abbandonarci a quella piacevole sensazione di lasciarci andare lentamente in un meritatissimo riposo notturno.

Purtroppo non è sempre così che vanno le cose. Anzi numerosi sono gli studi e le statistiche che dimostrano quanto siano in crescita i disturbi legati al sonno. Si stima che circa una persona su 4 soffra di qualche forma di disturbo del sonno, il quale può incidere sulla vita professionale e su quella privata.

Il sonno è legato a processi fisiologici e psicologici estremamente sensibili e delicati, che possono venire influenzati da numerosissimi fattori. Tra questi vi sono l’alimentazione, l’alcool, l’ambiente, lo stress legato al lavoro, le preoccupazioni per la giornata successiva, l’esercizio fisico, le abitudini, lo stato emotivo e così via. Anche la qualità del sonno è strettamente connessa agli eventi della vita quotidiana: ad esempio una grande gioia o un grande dolore possono rendere il sonno molto leggero e frammentato ed a volte anche eventi che riteniamo non averci particolarmente colpiti possono invece arrivare a disturbare il sonno. Inoltre spesso invece di  indagare ed affrontare i motivi che causano il problema ci si preoccupa piuttosto del fatto in sé ovvero del fatto che si dorma bene: capita frequentemente che un’insonnia occasionale, legata a cause contingenti, continui e si cronicizzi anche quando i motivi scatenanti sono scomparsi.

Distinguiamo i disturbi del sonno in dissonie e parassonie. I primi sono legati all’alterazione del sonno nella quantità, qualità e ritmo, i secondi sono legati ai sogni. Tra le prime ritroviamo: insonnia, ipersoonia, narcolessia, disturbi del sonno correlati alla respirazione e disturbi del ritmo circadiano del sonno. Sono invece parassonie i disturbi da incubi, terrore del sonno, sonnambulismo, bruxismo, sindrome da gambe senza riposo, enuresi notturna.

Per saperne di più, ecco il link del blog benesserci: http://beneesserci.altervista.org/blog/buonanotte-fiorellino-quando-sonno-diventa-problema-cause-rimedi-pratici/

Altre notizie su monrealepress

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


Commenta

Autorizzazione del Tribunale di Palermo N. 621/2013

Direttore Responsabile Giorgio Vaiana
redazione@monrealepress.it